L’Amico del Popolo.it
Info | YouTube | Leggi le notizie di ieri
  site search by freefind

Lunedì 20 marzo 2017

Cortina, valanga su un gruppo di scialpinisti

Poco prima delle 16 di sabato l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto sotto Forcella Colfiedo, Croda Rossa, sul versante che dà su Malga Ra Stua, dove una valanga aveva coinvolto un gruppo di 4 scialpinisti: uno di loro era stato trascinato a valle per circa 200 metri senza fortunatamente riportare conseguenze, mentre una donna di 48 anni, di Conegliano, si era procurata una probabile distorsione del ginocchio. Sbarcato a circa 2.600 metri di quota con un verricello di 15 metri, il tecnico di elisoccorso ha raggiunto e recuperato l’infortunata con la stessa modalità. Imbarcata, la sciatrice è stata trasportata al pronto soccorso di Cortina. I compagni sono rientrati autonomamente.

Coperture vaccinali in aumento in Veneto

Mentre in Italia è "allarme morbillo", con un aumento del 230% dei casi da gennaio 2017, la situazione in Veneto è al momento sotto controllo ed è continuamente monitorata, con un numero di casi che al momento non suscita allarme. Non solo, ma le coperture vaccinali sono in significativo aumento. Per il morbillo, in particolare, è stata fatta una rilevazione mirata alla valutazione di tutta la popolazione compresa tra i 2 ed i 18 anni, con un risultato di copertura vaccinale pari al 92,6%; tale fascia d’età consente di valutare appieno una buona protezione da questa malattia. Rilevante è l’aumento per l’ultimo anno osservato, quello dei nati nel 2014, che tocca l’89,2% con un aumento di due punti rispetto al precedente rilevamento. Lo rivela l’inedito Report sull’attività vaccinale in Veneto dell’anno 2016, realizzato dalla Direzione regionale Prevenzione, che considera la coorte dei nati nel 2014 per tutte le vaccinazioni offerte dalla Regione. In significativo aumento, tra i tanti, anche il vaccino antipolio, che ha raggiunto, sempre considerando la popolazione tra 2 e 18 anni, una copertura al 95,7% per la prima dose e al 94,5% per la seconda. In evidente calo, secondo il report, sono i dinieghi a vaccinare i propri figli, scesi in un breve periodo dal 6,4% a 5,1%. Prendendo in considerazione altri vaccini tra i più conosciuti, quelli per la difterite e polio risultano avere una copertura del 92%; per il tetano 92,4; per la pertosse 92%; per l’epatite B il 91,4%; per l’hib (haemophilus influenzae) il 91,2%.

La Regione vicina alla "Agrimont"

"Una platea importante per quello che è il mondo economico e produttivo di questo territorio e non solo. Le aziende espositrici sono i veri attori di questa manifestazione. A noi spetta un compito fondamentale, quello di assisterli. Lo stiamo facendo con una partecipazione di 65 milioni di euro sui fondi europei e una particolare attenzione alla montagna. Opportunità che vanno colte tutti insieme: dal territorio, dalla Provincia, dal Comune e dai Gal. Fondamentali questi ultimi, perché ci aiutano a fare rete e a fare squadra". Così il vicepresidente della Regione Veneto, Gianluca Forcolin, esprimendo il proprio plauso per il lavoro svolto da Longarone Fiere,. Dello stesso avviso anche il direttore di Veneto Agricoltura, Alberto Negro, il quale ha anche aggiunto: "la presenza di Veneto Agricoltura all’interno di Longarone Fiere è assolutamente importante per lavorare insieme e continueremo ad esserci con un percorso sempre più vicino e partecipativo". E per Giorgio Balzan l’agricoltura, in particolare nella provincia di Belluno, oggi è "ancora più importante, per l’ambiente, il mantenimento del territorio sia dal punto di vista idrogeologico che paesaggistico, per lo sviluppo del turismo, e ancora agricoltura vuol dire alimentazione e qualità dei prodotti, ma soprattutto vuol dire valori veri, impegno, dedizione, perseveranza".

Sostegno alla ferrovia Feltre–Primolano

"Siamo felici che molti soggetti politici e non solo, abbiano posto l’attenzione sul collegamento ferroviario Feltre–Primolano e siamo disponibili a collaborare per mettere in campo tutte le iniziative per portare avanti il progetto, anche a livello di sensibilizzazione dell’opinione pubblica", ha dichiarato il deputato bellunese Federico D’Incà. I 5 Stelle hanno una visione chiara da tempo a riguardo, ha fatto presente: "Quest’opera deve essere vista all’interno del grande anello ferroviario delle Dolomiti, una ferrovia turistica che metta in collegamento il patrimonio Unesco della città di Venezia con quello delle Dolomiti. Un matrimonio fatto di bellezza suggellato con una ferrovia che deve essere tra le meraviglie da visitare per ogni turista al mondo". "Per questo motivo sono a chiedere", ha sottolineato ancora D’Incà, "una risposta urgente da parte della Regione Veneto alla nostra interrogazione in consiglio regionale, presentata ormai un anno fa. Si deve firmare quanto prima l’accordo con Trento per il tavolo istituzionale sulla progettazione dell’opera. Non possiamo più attendere: per la Pedemontana veneta i soldi sono stati trovati e per la ferrovia delle Dolomiti siamo ancora in alto mare. Paradossi della politica veneta", conclude il parlamentare del M5S.

Invito a raccogliere la sfida del cambiamento dell’industria

"La rivoluzione 4.0 è la vera sfida del mondo produttivo bellunese, per questo dobbiamo farci trovare pronti anche a gestire l’impatto sociale del cambiamento". Lo ha sottolineato il senatore Giovanni Piccoli nel convegno che ha organizzato a Belluno per parlare della Strategia 4.0 e delle ricadute che potrebbero esserci nel Bellunese. "Siamo arrivati a un punto di non ritorno dell’evoluzione tecnologica digitalizzazione, internet delle cose, robotizzazione) e dobbiamo rivedere le regole del gioco", ha fatto presente Piccoli. Da parte sua Marco De’ Francesco, giornalista di "Industria Italiana", ha ribadito la necessità di fare chiarezza sugli strumenti a disposizione delle imprese e di semplificare al massimo la Strategia in modo che tutti possano comprenderla a fondo per coglierne sfide e opportunità. Michele Talo, direttore del Centro Consorzi, si è invece soffermato sulla sfida formativa. "Ci sarà l’esigenza di formare nuove professionalità", ha detto. Un’esigenza tanto più importante in un territorio, come quello bellunese, dove si registra un elevato tasso di occupati nel settore manifatturiero, proprio quello che sarà maggiormente investito dal cambiamento.

Feltre, graduatoria per le case popolari

L’Azienda feltrina per i servizi alla persona informa che è stata approvata con delibera di Giunta municipale n. 50 del 14.03.2017, in corso di esecutività, la graduatoria provvisoria degli assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica, bando anno 2016. A partire dal 28 marzo, per trenta giorni consecutivi, detta graduatoria verrà pubblicata sul sito del Comune di Feltre (www.comune.feltre.bl.it) alla sezione albo on line (ex albo pretorio) e sul sito dell’Azienda feltrina (www.aziendafeltrina–serviziallapersona.it) per consentirne la visione ai fini anche di eventuali ricorsi. Copia della stessa sarà visionabile anche presso l’Ufficio Casa della Azienda negli orari di apertura al pubblico (9.30–12.30 lunedì, mercoledì, venerdì e 15–17 il giovedì).

Cortina, il brutto e il bello dei debiti

La Sezione Ampezzo–Oltrechiusa dell’Università degli Adulti/Anziani di Belluno ripropone l’iniziativa rivolta a tutta la cittadinanza e agli ospiti dal titolo: "Lezioni aperte". Con l’intento di rafforzare il legame con il territorio e di offrire e condividere momenti di informazione e riflessione, l’Università ha infatti scelto di aprire a tutti, anche ai non–iscritti, alcune lezioni nelle quali vengono trattati temi che rispondono in modo particolare alle caratteristiche costantemente promosse dall’Università: attualità, interesse territoriale e cultura. Mercoledì 22 marzo al Cinema Eden di Cortina, alle ore 16, Edoardo Pompanin parlerà di "Economia. Bilancio familiare: il brutto (e il bello) dei debiti". Tutti i cittadini e gli ospiti della Valle del Boite sono invitati a partecipare.

Belluno, "A scuola di protezione civile"

Domani, martedì 21 marzo, con inizio alle ore 9 il dott. Sandro Bianchet, responsabile della sicurezza della scuola media Ricci di Belluno, e il dott. Paolo Zaltron, responsabile dell’Ufficio protezione civile del Comune di Belluno, terranno un incontro presso l’aula magna dell’Itis Segato di Belluno con le classi prime e seconde della scuola Ricci (circa 400 studenti) nell’ambito del progetto "A scuola di protezione civile", coordinato dall’assessore Valentina Tomasi.

"Pareti Magiche" per scoprire il piacere della montagna

La Pro Loco Pieve Castionese organizza tra marzo e aprile tre serate sulla montagna. Tre appuntamenti di filmati, racconti e immagini di alpinisti e viaggiatori, che attraverso le loro incredibili storie faranno scoprire le diverse sfaccettature della montagna e il rapporto dell’uomo con essa. Racconti che trasmetteranno l’amore per la montagna, ma anche la fatica e la volontà di superare i propri limiti per raggiungere una meta. Si comincia giovedì 23 marzo alle 20.45 a Cirvoi, nella sala della Cooperativa, con "Emozioni verticali". Durante la serata Manrico Dall’Agnola racconterà due delle sue grandi passioni: la fotografia e la montagna. Il secondo appuntamento è fissato per giovedì 30 marzo a Castion, al Teatro San Gaetano alle 20.45 quando l’alpinista Santiago Padros racconterà "2016 Alpinismo e Avventure". Il terzo e ultimo appuntamento giovedì 6 aprile alle 20.45 a Castoi, nella sala del Circolo Val Cicogna, con "Le pareti colorate del regno di Lo" di Daniela Mangiola. Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.

"Cene di viaggio" a Sovramonte

Proseguono gli appuntamenti con le "cene di viaggio" al ristorante Antica Torre, a Col dei Mich, in comune di Sovramonte. Sabato 25 marzo Giacomo e Glorija racconteranno il loro viaggio nella catena dei Carpazi, dalla Polonia alla Bulgaria, nella primavera del 2016. L’aspetto più interessante della loro esperienza, oltre al viaggio, è che si inquadra in un originale progetto che Giacomo ha chiamato "Altripiani": una vera e propria ricerca che si sviluppa viaggiando e raccontando alcune montagne del mondo (Carpazi, Caucaso, Alto Atlante) nella loro grande diversità e allo stesso tempo nella loro grande somiglianza. Giacomo così definisce il progetto Altripiani: "un insieme di fotografia, alpinismo, ricerca culturale, antropologica e linguistica, che ha come intento quello di tracciare sentieri nuovi e percorsi diversi. Linee che non corrono da una città all’altra, ma che attraversano lentamente catene montuose e piccoli villaggi alla ricerca di volti e memorie". La formula della serata è quella consueta: cena alle ore 19.30 insieme ai protagonisti e, a seguire, racconti di viaggio con proiezione di foto e filmati a partire dalle ore 21. Il costo della cena è di 20 euro, mentre per i bimbi under 12 è di 12 euro. E’ possibile partecipare solo alla proiezione (gratuita), ma viene data precedenza a chi arriva per la cena: i posti sono limitati fino al raggiungimento della capienza massima della sala. Prenotazioni allo 0439.1995149.

Cortina, corso di disegno

Visto il sempre positivo riscontro dell’iniziativa, le Regole d’Ampezzo propongono un nuovo corso di disegno con i maestri–artisti Paolo Barozzi e Gianni Segurini. Gli incontri si svolgeranno in Ciasa de ra Regoles, alle ore 20.30, nelle seguenti giornate: 28–31 marzo, 4–7 aprile. Una domenica sarà poi dedicata al disegno "en plein air", con data e luogo da destinarsi in base alle condizioni atmosferiche. Le iscrizioni al corso si effettuano presso gli uffici delle Regole entro le ore 12 di venerdì 24 marzo (0436–2206). Costo d’iscrizione: 20 euro (per gli studenti 10).

Hockey, al Cortina la prima gara di semifinale

In gara 1 della semifinale playoff della Sky Alps Hockey League, i campioni d’Italia del Renon si sono dovuti arrendere a Collalbo, davanti a 900 spettatori, al Cortina per 4 a 2. I padroni di casa si sono presentati al gran completo, mentre il Cortina ha dovuto rinunciare allo squalificato Nicola Fontanive (ancora due giornate) e all'infortunato Ronny De Zanna. Il Renon è subito pericoloso, ma la migliore occasione capita al Cortina che al 7.mo, in inferiorità numerica, spreca una ghiotta occasione con Torquato, presentatosi solo davanti a Killeen. Al 18.mo il Renon è passato in vantaggio. Simon Kostner ha servito Christian Borgatello la cui conclusione è stata deviata da Riccardo Lacedelli nella propria rete. Anche la seconda frazione è stata molto equilibrata. I padroni di casa prima non sono riusciti a sfruttare due buone occasioni da gol con Dan Tudin e Markus Spinell, poi il Cortina ha pareggiato al 27.mo in power play grazie a Edoardo Caletti. Nel terzo periodo passano due minuti e il Cortina segna la rete del 2–1 con Alex Talamini. Ma la gioia degli ampezzani dura soli 39 secondi perché Markus Spinell segna sulla respinta di Marco de Fillipo Roia il gol del pareggio. Ad otto minuti dalla sirena finale, il Cortina passa nuovamente in vantaggio grazie a Riley Brace e a 7 secondi dalla fine Zak Torquato segna nella porta vuota il 4–2 finale. Gara 2 è in programma mercoledì 22 marzo allo Stadio Olimpico di Cortina. Il match inizierà alle ore 20.30.

Calcio, vittoria del Belluno, sconfitta del Feltre

L’Ital–Lenti Belluno conquista tre punti preziosissimi contro il Calvi Noale e lo fa grazie a una rete del suo capitano nel secondo tempo. I gialloblù mantengono il possesso palla per gran parte del primo tempo, senza però riuscire a trovare il guizzo vincente negli ultimi 20 metri. Poche infatti le occasioni create da entrambe le parti. La prima frazione termina quindi a reti inviolate. Nella ripresa l’Ital–Lenti Belluno alza il ritmo e al 50' Duravia sfiora il vantaggio, ma la sua deviazione sotto misura centra il palo. L’appuntamento con il gol però è solo rinviato. Al 72' Bertagno disegna una parabola perfetta a centro area per Corbanese che di testa infila Fortin. Nel finale i gialloblù amministrano con personalità il vantaggio e dopo 4 minuti di recupero possono festeggiare un successo fondamentale per la classifica. Sconfitta invece l’Union Feltre, l’altra rappresentante bellunese nel campionato di Serie D che a Montebelluna è stata superata per 1–0. Reduci da 8 sconfitte nelle ultime 10 giornate, ora i Feltrini devono prestare grande attenzione anche alla classifica per non venire risucchiati nella zona playout che dista ormai solo 2 punti.

"Corri a Castoi" per 820

Ancora una bella e fortunata edizione della "Corri a Castoi". Quest’anno il numero di partecipanti è arrivando a quota 820, un numero importante per le manifestazioni non competitive bellunesi. Davvero soddisfatti gli organizzatori del Circolo Val Cicogna, guidati dal presidente Avio Balcon. Una leggera variante al percorso ha permesso di attraversare il vigneto della cantina Le Rughe, in località Cor, e reso più piacevole il tracciato. In base alle normative in vigore, i partecipanti sono stati suddivisi tra la corsa con tempi e classifica, in totale 142 partecipanti tra la 4 e la 10 km, e la passeggiata senza rilevazione del tempo di percorrenza. Discrete le condizioni meteo che hanno invogliato la partecipazione di tanti gruppi famigliari. Vincitori della 10 km Mirco Signorotto e Ketty Viel del Gs Caleipo. La "Corri a Castoi" apre il circuito delle 7 corse del Grand Prix delle frazioni della Pieve Castionese.

Iscrizione agevolata alla Transcivetta ancora per pochi giorni

Rimangono pochi giorni per poter usufruire dell’iscrizione agevolata alla Transcivetta Karpos 2017, la gara a coppie di corsa in montagna che si svolgerà domenica 16 luglio. Per chi si iscriverà entro il 31 marzo, il costo di adesione è fissato in 70 euro a coppia, quota rimasta invariata rispetto allo scorso anno. Ci sarà anche la possibilità di scegliere la taglia della maglia dedicata a ogni partecipante: si tratta di un capo tecnico firmato Karpos, la linea di manifattura Valcismon, l’azienda feltrina da sempre vicina allo sport e, in particolare, agli sport della montagna e agli sport di resistenza. Per le coppie che si iscriveranno dall’1 aprile scatterà una maggiorazione: 80 euro. Le iscrizioni si chiuderanno il 3 luglio o, in ogni caso, al raggiungimento delle mille coppie. Tra le novità dell’edizione 2017, c’è il gemellaggio con la "Valleogra Cup" un trail appena nato e che a Valli del Pasubio (Vicenza) vivrà la sua prima edizione, con la formula della gara a coppie come la Transcivetta, il prossimo 25 giugno. Le coppie che parteciperanno sia alla Valleogra Cup sia alla Transcivetta, concorreranno a una speciale classifica "combinata" (somma dei tempi). Continua, d’altro canto, la collaborazione con un’altra manifestazione, la Venice marathon. Anche quest’anno tra i concorrenti impegnati alla Transcivettta ci sarà l’estrazione di otto pettorali (due per quattro coppie) che daranno diritto alla partecipazione gratuita all’evento internazionale del 22 ottobre.

A Feltre la Nazionale di calcio dei jazzisti

Dal 23 al 25 giugno Feltre ospiterà la quinta edizione di Jazzit Fest, evento ideato dall’editore indipendente Luciano Vanni. Visto che si tratta di un evento sensibile alla solidarietà e al volontariato è stata organizzata anche una partita di calcio solidale tra la Nazionale dei musicisti jazz e la squadra delle Vecchie Glorie feltrine capitanata da Franco Rech. Il ricavato verrà devoluto alla Cooperativa Arcobaleno ’86 dove si disputerà anche una partita solidale tra la Nazionale e i ragazzi della cooperativa. Verrà anche donato al "Museo dei sogni" un testo che raccoglie i sogni dei principali musicisti jazz, sia presenti in squadra, sia quelli che sta interpellando Luciano Vanni. L’assessore allo sport del Comune di Feltre, Giovanni Pelosio, così spiega come in questi giorni abbia preso forma l’idea della sfida calcistica: "Si tratta di un’ulteriore opportunità che arriva in regalo con il Jazzit Fest e che dimostra come il jazz, come ama dire Luciano Vanni, sia solo un pretesto utile per mettere in contatto due comunità, quella della musica e quella feltrina". Il Jazzit Fest nasce come occasione di incontro e confronto tra comunità ospitanti, musicisti jazz, addetti ai lavori e tutti coloro che amano questa musica.

Il Meteo

Il Centro Valanghe Arpav di Arabba prevede per oggi, lunedì 20 marzo, tempo di nuovo ben soleggiato con cielo sereno o poco nuvoloso. Presenza di foschie nelle valli prealpine, anche dense durante le ore più fredde. Clima diurno di nuovo più mite per il prolungato soleggiamento. Forte escursione termica diurna nelle valli. Precipitazioni assenti. Temperature in ulteriore generale lieve aumento, eccetto calo delle minime nelle valli interessate dal Foehn ieri mattina. Venti nelle valli deboli di direzione variabile; in quota da deboli a moderati da Nord–Ovest. Per domani, martedì 21 marzo, si prevede qualche breve tratto soleggiato, specie in alta quota, mentre gran parte del settore prealpino e molte valli dolomitiche saranno interessate da estese nubi basse, anche persistenti. Al pomeriggio la nuvolosità s’intensificherà ulteriormente e non saranno da escludere sporadiche e isolate precipitazioni. Clima assai più uggioso con debole escursione termica diurna. Precipitazioni assenti per gran parte della giornata, nel tardo pomeriggio/sera prime deboli precipitazioni sparse, nevose sopra i 2200/2300 metri. Fenomeni che inizieranno sui settori occidentali per estendersi gradualmente a tutta la montagna veneta entro la sera. Temperature in generale lieve flessione a tutte le quote. Venti nelle valli deboli di direzione variabile; in quota da deboli a moderati da Sud–Ovest, in lieve rinforzo a fine giornata. Dopodomani, mercoledì 22 marzo, il tempo peggiorerà per risultare debolmente perturbato con cielo coperto, associato a deboli precipitazioni inizialmente sparse, più diffuse al pomeriggio ma sempre deboli, nevose attorno ai 1800/1900 metri. Temperature minime in aumento nelle valli e in calo in quota; massime in generale lieve flessione. Venti in quota deboli/moderati da Sud–Ovest.

Leggi le notizie di ieri.

Copyright © 2000-2017 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno - tel. +39 0437 940641, fax +39 0437 940661, email redazione@amicodelpopolo.it | P.Iva/C.F. 00664920253