Pubblicità
Testata


Cerca in www.amicodelpopolo.it

Giovedì 15 giugno 2017

Dall’Italia e dal mondo






Sparatoria in Usa, grave il deputato Scalise.italia, sciopero dei trasporti.

Regno Unito: incendio alla Grenfell Tower di Londra, sale il bilancio delle vittime. Tra i dispersi due giovani italiani
Sale il bilancio delle vittime per l’incendio sviluppatosi ieri alla Grenfell Tower di Londra. I dati, «provvisori» secondo le autorità britanniche, salgono a 12 morti, con una settantina di feriti e intossicati ricoverati negli ospedali di Londra. Numerosi anche i dispersi: tra di essi gli italiani Gloria Trevisan e Marco Gottardi, architetti veneti, di 27 e 28 anni, che abitavano nella capitale da tre mesi dove si erano trasferiti per lavoro. «Siamo stati al telefono con i ragazzi fino all’ultimo istante, poi ci hanno detto che l’appartamento era invaso dal fumo e le comunicazioni si sono interrotte. Speriamo solo in un miracolo», ha raccontato all’Ansa Giannino Gottardi, papà di Marco. I primi allarmi telefonici dei due giovani erano scattati prima delle 4 del mattino. «Ci siamo subito messi in contatto con Marco», spiega il padre, «il quale minimizzava l’accaduto. Penso facesse così per tranquillizzare Gloria e anche mia moglie. Ci sono state una serie di telefonate convulse, nelle quali continuava a garantirci che i soccorsi stavano arrivando e che la situazione si poteva risolvere». Alle 4.07 l’ultimo drammatico contatto «nel quale ci ha informati che il loro appartamento era invaso dal fumo e che la situazione diventava di emergenza. Da quell’istante non abbiano più alcun contatto e il telefono non era più raggiungibile». È invece salvo un bimbo lanciato nel vuoto dalla mamma dal decimo piano, e preso al volo da un uomo. Dopo le prime verifiche statiche sull’edificio, sarebbe scongiurato il pericolo di un collasso della torre. La premier Theresa May si è detta «profondamente rattristata per la perdita di vite». Dovrebbe riferire oggi in Parlamento sull’accaduto.


Stati Uniti/1: rivelazione del «Washington Post», indagini sul presidente Trump in relazioni al Russiagate
Una rivelazione del «Washington Post» scuote nuovamente la Casa Bianca con una indiscrezione sul Russiagate. Secondo l’autorevole quotidiano, il procuratore speciale Robert Mueller, che coordina l’inchiesta sulle interferenze russe sul voto americano, sta sentendo funzionari dell’intelligence per verificare se il presidente americano Donald Trump abbia cercato di ostacolare o meno il corso della giustizia. Sotto esame in particolare il licenziamento dell’ex direttore dell’Fbi James Comey che indagava sul Russiagate. Il fatto, se verificato, non aprirebbe automaticamente la strada all’impeachment ma di certo aggraverebbe la già delicata posizione politica di Donald Trump. Gli avvocati che tutelano il presidente giudicano «scandalosa» la fuga di notizie.

Stati Uniti/2: sparatoria sul campo di baseball. Grave il deputato repubblicano Steve Scalise
È ricoverato in gravi, ma stabili, condizioni il deputato capogruppo dei Repubblicani alla Camera dei rappresentanti, Steve Scalise, dopo la sparatoria di ieri su un campo di baseball in Virginia. Mentre era in corso una partita in cui giocavano diversi parlamentari, un uomo ha aperto il fuoco con un fucile, ferendo diverse persone, prima di essere ucciso dalla polizia. Le fonti investigative parlano di «attacco deliberato» da parte di James Hodgkinson,66 anni, che a suo tempo aveva sostenuto la campagna elettorale dell’indipendente democratico Bernier Sanders. Nel riferire i fatti, il presidente Trump ha dichiarato: «Siamo più forti quando siamo uniti e lavoriamo insieme per il bene comune». E subito dopo: «Steve Scalise è un caro amico, un combattente, si riprenderà». Quindi l’elogio al coraggio delle forze dell’ordine: «Molte vite sarebbero state perse se non fosse stato per l’azione degli agenti di Capitol Hill che sono riusciti ad abbattere lo sparatore durante questo attacco brutale».

Turchia: deputato-giornalista condannato a 25 anni di carcere. Il potere di Erdogan non allenta la morsa sul Paese
Il tribunale di Istanbul ha pronunciato una condanna a 25 anni di reclusione per Enis Berberoglu, deputato socialdemocratico del Chp. Berberoglu è stato arrestato immediatamente dopo la sentenza. «Cari colleghi, compagni di partito, cari amici, non è la prima volta che entro in un tribunale. Già tante volte abbiamo visto massacrare la giustizia in questo edificio che solo nominalmente è una Corte ma che con la giustizia non ha nulla a che vedere», ha detto Berberoglu - la dichiarazione è riferita da Euronews - subito prima della sentenza, che ha poi suscitato sdegno nel Paese, qualche protesta, mentre l’opposizione in Parlamento ad Ankara ha abbandonato l’aula. Berberoglu, giornalista ed ex-direttore della testata «Hurriyet», è stato riconosciuto responsabile della fuga di notizie riguardo all’entrata in Siria, nel gennaio 2014, di un convoglio carico di armi scortato dai servizi di Ankara. La stessa notizia era costata il carcere, o la fuga all’estero, di altri giornalisti. Berberoglu raggiunge nelle carceri turche, sempre più affollate di oppositori del potere di Erdogan,11 deputati curdi, tra cui il leader dell’Hdp Selhattin Demirtas.

Italia: sciopero dei trasporti fra questa sera e sabato. Disagi per i viaggiatori. Consultare i siti ufficiali
È previsto per domani, venerdì 16 giugno, uno sciopero generale dei trasporti, locali e nazionali, per l’intera giornata. Lo sciopero è indetto da alcuni sindacati autonomi e di base di treni, aerei e mezzi urbani. La protesta è indetta a «difesa del diritto di sciopero e contro le privatizzazioni e liberalizzazioni del settore». Per chi viaggia è necessario consultare siti di informazione e siti ufficiali delle società di trasporto. Per i treni lo sciopero dovrebbe andare dalle 21 di questa sera, 15 giugno, alle 21 di domani. Trenitalia, Ntv e Trenord assicurano la circolazione di numerosi convogli, ma occorre verificare le effettive partenze dei singoli treni. Lo sciopero riguarda inoltre tutti i lavoratori comparto aereo e aeroportuale, per 24 ore, da domani a sabato. Il sito dell’Enac pubblica l’elenco dei voli garantiti. Disagi sono previsti anche per i trasporti urbani delle grandi città e nei centri minori.
(Agenzia Sir)





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook
Le foto dell’Amico su Flickr
L’Amico su YouTube
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy



Copyright © 2000-2017 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253