Pubblicità
Testata

Bing
Venerdì 8 settembre 2017

Intesa tra Regione e Provincia sul referendum bellunese






L’accordo, che consente lo svolgimento in abbinata, il 22 ottobre, delle consultazioni referendarie promosse da Belluno e da Venezia per chiedere maggiore autonomia, deve essere ora approvato dalla Giunta regionale (nella foto il presidente del Veneto, Luca Zaia).

Iscriviti alla Newsletter

La Giunta regionale ha comunicato le sue valutazioni in merito al referendum relativo al conseguimento di una maggiore autonomia della Provincia di Belluno.

Dopo aver ricordato che, fin dalle prime notizie sul referendum, il Presidente della Regione si è sempre espresso in termini di condivisione delle esigenze emergenti dal territorio bellunese, la Giunta ha fatto presente che "piena disponibilità a valutarne la concreta praticabilità è stata altresì manifestata alla proposta bellunese di ospitare il referendum sull’autonomia della Provincia di Belluno nella medesima data del 22 ottobre 2017, già fissata per lo svolgimento del referendum regionale sull’autonomia del Veneto" (proposta avanzata dal Presidente facente funzioni della Provincia di Belluno e ufficialmente trasmessa alla Regione il 27 giugno).

Da tale momento gli Uffici regionali dell’Area Programmazione e Sviluppo strategico - continua la nota della Giunta regionale - hanno offerto la più ampia collaborazione, fornendo alla Provincia di Belluno tutte le informazioni richieste o che potessero essere ritenute d’interesse.

Nessuna preclusione di principio, dunque - sottolinea la Giunta - da parte della Regione sul possibile abbinamento dei due referendum consultivi, ma solo l’esigenza di vedere assicurato, anche tramite l’apporto collaborativo delle Prefetture e il Ministero dell’Interno, il puntuale rispetto delle vigenti disposizioni di legge.


Il 4 settembre - prosegue la nota della Giunta regionale - è pervenuta dalla Provincia la proposta di sottoscrizione di una bozza di Intesa con la Regione per la disciplina degli aspetti organizzativi connessi allo svolgimento congiunto dei due referendum consultivi.

Il 6 settembre il Prefetto di Venezia, sulla scorta di una nota ministeriale poco prima ricevuta, ha comunicato al Presidente del Veneto e al Prefetto di Belluno, che gli aspetti organizzativi riguardanti il referendum di Belluno dovevano essere ricondotti nell’ambito di una Intesa tra la Regione e la Provincia stessa. E’ stato quindi immediatamente predisposto, in collaborazione con la Provincia, lo schema di Intesa tra la Regione e la Provincia di Belluno che prevede le misure organizzative necessarie allo svolgimento del referendum consultivo della Provincia di Belluno in concomitanza con il referendum consultivo regionale sull’autonomia del Veneto e i relativi adempimenti tecnici, finalizzati tutti al corretto e regolare svolgimento delle due consultazioni referendarie che permangono tra loro autonome ed indipendenti.

Detto provvedimento sarà portato all’attenzione della Giunta regionale, per l’approvazione, nella seduta di martedì 12 settembre.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook
Le foto dell’Amico su Flickr
L’Amico su YouTube
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy



Copyright © 2000-2017 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253