Pubblicità
Testata

Martedì 13 febbraio 2018

L’Italia e il mondo, in un minuto (Sir)






Sudafrica, l’Anc dimissiona il presidente Zuma. Scandalo Oxfam, si dimette la numero 2 della ong. Serbia e Croazia, prove di riavvicinamento.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Sudafrica, l’Anc dimissiona il presidente Zuma
Dopo un lungo e duro incontro durato quasi tredici ore, l’African National Congress ha deciso di rimuovere il presidente Jacob Zuma dalla carica di capo di stato. È forse la fine della carriera politica del presidente sudafricano dopo che il suo partito di riferimento ha deciso di chiederne le dimissioni. Il Paese è piombato in una gravissima crisi politica dopo che Zuma, accusato di corruzione, ha rifiutato di farsi da parte. La decisione del partito al termine di una riunione fiume di ben 13 ore in un albergo di Pretoria. Già nel 2008 l’Anc aveva chiesto all’allora presidente Thabo Mbeki di fasi da parte. All’epoca Mbeki accettò, ma il presidente non è tenuto a farlo, senza contare che Zuma ha dietro di sé, abbastanza compatta l’importante comunità Zulu.

Scandalo Oxfam, si dimette la numero 2 della ong Penny Lawrence
Cade una testa eccellente nello scandalo sessuale che ha colpito la ong Oxfam. Si è dimessa la numero due dell’organizzazione, Penny Lawrence, che si è assunta «piena responsabilità» per il comportamento dello staff nel corso delle crisi umanitarie in Cia e ad Haiti. Ha inoltre ammesso che Oxfam non è riuscita ad agire in modo adeguato nelle due vicende venute alla luce dopo le rivelazioni della stampa britannica.

Foggia, genitore picchia vicepreside, 30 giorni di prognosi. Il figlio era stato rimproverato
Ha riportato 30 giorni di prognosi il vicepreside della scuola secondaria di primo grado «L. Murialdo» di Foggia colpito sabato scorso alla testa e all’addome da pugni dati dal genitore di un alunno che il giorno prima era stato rimproverato. La notizia, già riportata dai giornali locali, è stata confermata con ulteriori particolari su quanto avvenuto. L’uomo si sarebbe scagliato contro il professor Pasquale Diana, colpendolo, tra l’altro, con un pugno al volto. Il docente ha subito traumi all’addome e al volto. Il genitore dell’alunno si era recato sabato scorso a scuola in orario di ingresso delle classi, e, eludendo la vigilanza dei collaboratori scolastici, si sarebbe scagliato contro il vicepreside dell’istituto.

Pacifico, Isole Tonga sconvolte da un ciclone
Gita, un ciclone tropicale di categoria 4 si è abbattuto sulle isole Tongatapu, le più grandi dell’arcipelago delle Tonga in Polinesia. I venti hanno raggiunto una velocità di circa 230 chilometri orari: stando al servizio metereologico del Regno Unito, Gita è il fenomeno più potente ad aver interessato le Tonga negli ultimi 60 anni. Le piogge intense hanno causato gravi inondazioni e si teme che l’acqua potabile sia contaminata dai detriti.

Serbia e Croazia, prove di riavvicinamento, ma in piazza si manifesta
Croazia e Serbia tentano di allentare le tensioni in vista dell’allargamento dell’Unione europea verso i Balcani occidentali. Ieri il presidente serbo Vucic si è recato a Zagabria per una visita di due giorni nel Paese e incontrare il suo omologo croato, Kolinda Grabar-Kitarovic. In agenda i diritti delle minoranze e le questioni di frontiera. «Sfortunatamente, le relazioni tra Serbia e Croazia sono tese a causa di un passato di cui oggi non abbiamo parlato», ha affermato il presidente croato. «Questo passato ci impedisce di descrivere amichevolmente le relazioni tra i nostri due Paesi. Ma è nostro impegno, in quanto presidenti entrambi eletti direttamente dalla volontà dei nostri popoli, di incontrarci e parlare, per cercare di trovare un terreno comune e di risolvere i problemi che ci dividono». Mentre però i leader cercavano di scongelare i rapporti tra i due Paesi, nella capitale circa mille persone manifestavano in piazza contro la visita di Aleksandar Vucic.

Olimpiadi, primo caso di doping
Primo caso di doping alle Olimpiadi invernali di Pyeongchang. Il giapponese dello short track Kei Saito è infatti risultato positivo all’acetazolamide, un diuretico, in un controllo fuori competizione. Il Tas ha reso noto di avere sospeso in via provvisoria l’atleta, che ha già lasciato il villaggio olimpico. La sentenza sul suo caso sarà emessa alla fine delle Olimpiadi.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253