Pubblicità
Testata

Martedì 13 febbraio 2018

Senza assicurazione e senza revisione, fermata due volte in due giorni






L’automobilista è stata sanzionata per 5mila euro.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Nella serata di lunedì 5 febbraio una pattuglia del distaccamento Polstrada di Valle di Cadore fermava per normali controlli S. S. , di 41 anni. La donna, che viaggiava da sola, circolava alla guida della sua autovettura con la revisione scaduta da quasi due anni, senza assicurazione Rca e con tanto di fermo amministrativo fiscale per multe non pagate. Gli operatori impiegati nel controllo procedevano a sanzionarla per quanto di competenza e disponevano il trasferimento del veicolo, presso la residenza del conducente. Il fatto che S. S. circolasse senza copertura Rca esponeva gli atri utenti della strada al rischio, in caso di sinistro stradale con una macchina da lei guidata, di non vedersi risarcire un centesimo dei danni subiti, anche in caso di piena ragione. Il Codice della strada prevede, per questi casi, che il veicolo sia trasferito presso la residenza del trasgressore su di un carro attrezzi, e sottoposto a sequestro ai fini della confisca. Dal momento della contestazione in poi il conducente non può più disporre del veicolo se non pagando una polizza Rca valida per almeno sei mesi, o in alternativa chiederne la rottamazione. Senza che venga applicata una delle due procedure, il veicolo deve rimanere sotto sequestro, in un’area privata nella disponibilità del trasgressore. Della stessa idea non era invece S.S. che, il mercoledì successivo, alle 12.40 circa, è stata nuovamente intercettata mentre era alla guida della stessa autovettura confiscata pochi giorni prima. Questa seconda volta per lei le sanzioni sono state più pesanti: le è stata sospesa la patente di guida e la sua macchina è stata nuovamente rimossa con un carro attrezzi perché, ancora una volta, circolava senza assicurazione Rca. Il cumulo di sanzioni amministrative per le violazioni commesse supera i 5mila euro; dovesse ricapitare la terza volta, rischierebbe anche la revoca della patente di guida.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253