Pubblicità
Testata

Giovedì 1 novembre 2018 ‐ Tutti i Santi

Emergenza maltempo: lavoro intenso del Soccorso alpino






Tra i vari interventi, attrezzate coperture provvisorie sulle abitazioni private dei tetti dalle forti raffiche di vento.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Il Soccorso alpino Dolomiti Bellunesi continua il proprio impegno a fianco della Protezione civile e dei Vigili del fuoco per cercare di portare aiuto alla cittadinanza, ovunque vi sia bisogno e in special modo nelle zone alte della provincia, dove vaste aree continuano a rimanere isolate senza possibilità di accesso, né di approvigionamento elettrico, né di comunicare.


Pubblicità

Nella mattinata di oggi, giovedì 1 novembre, una ventina di soccorritori è partita da Belluno alle 6 per raggiungere Rocca Pietore e Livinallongo per proseguire - pur imperversando ancora le piogge e anche la neve alle quote più elevate - nell’attrezzare coperture provvisorie sulle abitazioni private dei tetti dalle forti raffiche di vento.

Tutte le Stazioni bellunesi e trevigiane continuano gli interventi rispondendo alle chiamate dei concittadini, come ad esempio quella di San Vito di Cadore che fin dai primi momenti ha provveduto al taglio di piante cadute, sghiaiamenti, riparazione di tetti e ad ogni possibile bisogno urgente. O come quella di Longarone, presente ieri e oggi in Agordino, ma attiva anche nei giorni passati nel monitoraggio del Piave nella zona di Ponte Gardona, per l’assistenza a una famiglia con neonata cui il vento aveva scoperchiato la casa e per la consegna di una bombola di ossigeno a una paziene che aveva esaurito la scorta.

Oggi sono state visitate tutte le Centrali operative comunali per raccogliere direttamente le richieste e dare eventuali consulenze sull’operatività in base al tipo di intervento. Anche domattina nuove squadre partiranno in direzione dell’Alto Agordino e del Comelico per portare un po’ di sollievo alle numerose famiglie ancora in estrema difficoltà. Si sono già messi a disposizione una quarantina di soccorritori provenienti dalla parte bassa della provincia, dalle Stazioni trevigiane e anche della XI Delegazione Prealpi Venete e VI Delegazione speleologica.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253