Pubblicità
Testata

Venerdì 2 novembre 2018 ‐ Tutti i defunti (i Morti)

Dagli emigranti solidarietà ai bellunesi






Agli uffici dell’Abm stanno arrivando messaggi da tutto il mondo.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

«Coraggio adorati bellunesi. Vi tengo sempre nel cuore e se posso aiutare, ospiterei una famiglia in difficoltà», «Un forte abbraccio dall’Austria!», «Un forte abbraccio da Buenos Aires!», «Un forte abbraccio dal Brasile!». Sono solo alcuni dei messaggi di solidarietà che continuano a giungere, da tutto il mondo, agli uffici dell’Associazione Bellunesi nel Mondo. Perché c’è un’altra Belluno che sta vivendo con apprensione questi difficili e tragici momenti che hanno colpito il territorio Bellunese: sono i nostri emigranti.


Pubblicità

«A nome delle nostre Famiglie presenti all’estero porto la vicinanza e la solidarietà a tutti i bellunesi che in questo momento si trovano in grande difficoltà a causa dell’immane alluvione che ha colpito i nostri paesi di montagna», sottolinea il presidente dell’Abm, Oscar De Bona, che mette anche in risalto come in questi momenti terribili «il coraggio, la voglia di andare avanti e di non abbattersi del popolo bellunese ci permetterà di ricostruire quanto l’alluvione e il vento hanno distrutto in poche ore».

L’Associazione Bellunesi nel Mondo vuole inoltre ringraziare il prefetto di Belluno, il presidente della Provincia, il presidente della Regione Veneto con l’assessore regionale Bottacin, tutti i sindaci bellunesi, la Protezione civile, i Vigili del fuoco, le forze dell’ordine e i meravigliosi volontari che instancabilmente, dal giorno dell’alluvione, continuano a prestare aiuto e soccorso. Un doveroso ringraziamento anche agli organi di stampa locali, che con costanza ci tengono aggiornati in merito all’evolversi dello stato di crisi.

«Di certo la provincia di Belluno non deve essere lasciata sola e sono certo che lo Stato darà il sostegno economico necessario affinché il nostro territorio, messo in ginocchio da questa immane tragedia, possa rialzarsi presto», conclude De Bona. «Della vita cerco sempre di trovare il lato positivo – conclude De Bona – e di questo terribile cataclisma naturale vedo l’unità di noi bellunesi, l’aiuto reciproco e il senso di responsabilità e solidarietà».


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253