Pubblicità
Testata

Domenica 4 novembre 2018 ‐ S. Carlo Borromeo

Non è franata la speranza coraggiosa e operosa di tante persone






Una riflessione del vescovo emerito Giuseppe Andrich su quanto è capitato a causa del maltempo.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Una riflessione per aiutare a meditare su quanto è successo a causa del maltempo. È quella proposta oggi dal vescovo emerito Giuseppe Andrich. Eccone il testo.

«Buona domenica a tutti. Nella nostra provincia è una domenica di desolazione: la tragedia del maltempo ha fatto vittime umane, desertificato boschi, scoperchiato case, isolato paese, distrutto beni essenziali con acqua e fango, sono franate tante risorse e bellezze dolomitiche e siamo rimasti a lungo periferia ignorata anche dai mezzi di comunicazione. Non è franata la speranza coraggiosa e operosa di tante persone che alacremente si sono mobilitate di giorno e di notte. Da montanaro che 55 anni fa ha vissuto la catastrofe del Vajont, risento oggi Il grido del parroco superstite del Comune di Longarone, don Costante Pampanin, che sulla spianata deserta ha ripetuto gridando, prima della Messa del vescovo Muccin domenica 13 ottobre 1963: "In questo momento abbiamo bisogno di Dio!".


Pubblicità

Oggi, per la nostra popolazione e la nostra terra, facciamoci coscienti nella Messa o preghiera domenicale: "Abbiamo bisogno del Signore!". Lui infonde e sorregge la speranza esistenziale che ci aiuta ad affrontare il futuro. Che non ci capiti ancora di rivoltarci - come scrive il Manzoni - sdegnati e furiosi contro i mali mezzani, e poi curvarsi in silenzio sotto gli estremi, sopportando, non rassegnati, ma stupidi, il colmo di ciò che da principio avevamo chiamato insopportabile».


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253