Pubblicità
Testata

Giovedì 8 novembre 2018 ‐ S. Goffredo

Gal Prealpi e Dolomiti: oltre 5 milioni per lo sviluppo del territorio






Il Gruppo di Azione Locale ha impegnato importanti risorse a sostegno di 93 progetti.

Iscriviti alla Newsletter

Ascolta il testo

Tempo di bilanci, sia pure parziali, per il Gal Prealpi e Dolomiti, il soggetto di partenariato che riunisce enti pubblici e privati per coordinare i progetti finanziati dal Piano di Sviluppo Locale (Psl). Il Gal ha approvato in questi giorni i dati relativi alla prorpia attività al 30 settembre scorso. Complessivamente, a questa data sono stati pubblicati 24 bandi, di cui 13 con la formula a «Regia Gal» (ovvero destinati agli enti locali per la realizzazione dei progetti concordati a livello territoriale) e 11 con la formula a Bando Pubblico.


Pubblicità

Le domande complessivamente presentate sono state 120, 93 i progetti finanziati, di cui 32 interventi a Regia Gal, la cui realizzazione è affidata agli enti locali (Comuni e Unioni montane; Ente Parco; Provincia di Belluno) e 61 progetti di investimento di natura privata. In termini finanziari, in poco meno di due anni di operatività, il Gal Prealpi e Dolomiti ha erogato risorse per oltre 5,3 milioni di euro, pari al 70,8% della dotazione finanziaria assegnatagli.

«Questo dato, in particolare», commenta il direttore del Gal Prealpi e Dolomiti Matteo Aguanno, «dice del livello di attrazione raggiunto dalle iniziative che abbiamo proposto in questi anni, sia in ambito pubblico che tra i privati. La filosofia di fondo è quella di incentivare lo sviluppo del nostro territorio di riferimento (quello che va dal Basso Feltrino all’Alpago, lungo la Valbelluna), potenziando, in particolare, la presenza di un’agricoltura di filiera moderna e contribuendo aalla crescita di un turismo sotenibile, che ben si adatti all’ambiente di vallata e di mezza montagna».

La capacità di intervento finanziario relativa al Programma di Sviluppo Locale 2014-2020 non è peraltro easautrita. Le risorse ancora disponibili da qui al termine del programma ammontano infatti a oltre 2 miloni di euro.

E dopo la recentissima emanazione di un bando dedicato ai consorzi di promozione turistica, entro inizio 2019 (presumibilmente nel mese di gennaio) verranno inoltre aperti altri due bandi dedicati agli operatori privati: il primo, per complessivi 600 mila euro, sarà rivolto alle imprese agricole che vogliano realizzare investimenti finalizzati alla diversificazione delle loro attività (da sottolineare che questo tipo di intervento viene aperto per la prima volta nell’attuale periodo di programmazione); il secondo, per complessivi 700 mila euro, andrà a supporto degli investimenti e dei progetti di sviluppo delle microimprese e delle Pmi del settore secondario e terziario Si tratta in questo caso di un tipo di intervento già oggetto di bando nel 2017, che ha riscosso particolare interesse tra i potenziali beneficiari.


Leggi gli altri titoli di oggi.

Iscriviti alla Newsletter





Home
L’Amico edizione digitale
L’Amico su Facebook  
L’Amico su Twitter  
Le foto dell’Amico su Flickr  
L’Amico su YouTube  
L’Amico su Instagram  
Abbonamenti
Pubblicità
Privacy




Copyright © 2000-2018 L'Amico del Popolo S.r.l.
Piazza Piloni 11, 32100 Belluno
Tel. +39 0437 940641, Fax +39 0437 940661
Email redazione@amicodelpopolo.it
P.Iva/C.F. 00664920253