Belluno °C

domenica 16 Giugno 2019,

Operativo a Lozzo il secondo presidio operativo avanzato post maltempo

Dopo Rocca Pietore, un altro punto di assistenza dove si potrà trovare il personale del soggetto attuatore.

È entrato in funzione ieri, giovedì 21 febbraio, nella sede del Gal Alto Bellunese, in via Padre Marino a Lozzo di Cadore, il secondo presidio operativo avanzato bellunese voluto dal commissario Luca Zaia a supporto delle popolazioni colpite dal maltempo in Cadore e Comelico.

Si tratta di un punto di assistenza nel quale i tecnici delle amministrazioni comunali e degli enti locali delle aree interessate dal maltempo di fine ottobre troveranno a disposizione personale del soggetto attuatore per le pratiche relative all’identificazione e la delimitazione delle aree soggette a schianto, per la registrazione delle relative utenze, per il monitoraggio dell’attività di esbosco delle masse legnose e per agevolare le comunicazioni con l’Unità operativa Est dei Servizi Forestali regionali.

Hanno presenziato al taglio del nastro Fabrizio Stella, soggetto attuatore per il “Settore rilievo e opere agricolo-forestali” che garantisce l’operatività dello sportello, ed il presidente del Gal Alto Bellunese Flaminio Da Deppo, oltre a sindaci e rappresentanti delle amministrazioni comunali del Comelico e del Cadore.

L’apertura settimanale è prevista ogni giovedì dalle 9 alle 13 (0435 408063); dalle 14.30 alle 16.30 sarà possibile accedere solo su appuntamento, contattando il numero 0437 7356325 da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13 oppure inviando una richiesta via email all’indirizzo schianti.boschi18@avepa.it

L’apertura del terzo e ultimo presidio operativo avanzato è prevista lunedì 25 febbraio, alle 11, presso la Reggenza dei Sette Comuni ad Asiago (Vicenza).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *