Belluno °C

giovedì 23 Maggio 2019,

Pristina, Kosovo, il super hotel si affida a Stefano Tabacchi

Il cadorino è entrato in servizio come executive chef allo Swiss Diamond Hotel Prishtina, sovrintenderà tutta l’attività delle cucine.

Pristina, il Kosovo, nomi che associamo alla lunga e complicata guerra dei Balcani, seguita al disfacimento dell’ex Jugoslavia. Laggiù, ora, c’è desiderio di normalità, di ripartire, di mostrare al mondo le bellezze di quei posti, di proporsi come terra ospitale e meta del turismo.

Proprio a Pristina, Kosovo, un cuoco cadorino mette a disposizione il suo talento e la sua esperienza per dirigere la cucina di uno degli alberghi più importanti, lo Swiss Diamond Hotel Prishtina, a cinque stelle. Lui è Stefano Tabacchi, nato a Pieve di Cadore nel 1961, una carriera incredibile. Sulla pagina Facebook ufficiale dello Swiss Diamond Hotel il 6 marzo è comparso un post con l’annuncio che a Stefano Tabacchi, nominato executive chef, è stata affidata la sovrintendenza su tutte le operazioni culinarie dell’hotel, inclusa la gestione delle cucine dei prestigiosi Illiria Restaurant, Lounge Bar e Shisha Bar. Nel post lo Swiss Diamond Hotel Prishtina pone in evidenza che Tabacchi ha messo la sua arte al servizio di personaggi famosi e cita Anne Nicole Smith, Bill Gates, Wilbur Smith, Silvio Berlusconi, Luciano Pavarotti, Michael Jackson, George H.W. Bush, Frank Sinatra. Nella foto del post Tabacchi indossa la livrea bianca da cuoco con vistosi profili azzurri e la scritta Italia in tricolore.

In Italia Tabacchi ha lavorato al Miramonti Majestic Hotel di Cortina D’Ampezzo, all’Hotel Majestic di Roma, al Royal Hotel Sporting di Porto Venere e all’Hotel Hassler Villa Medici a Roma. All’estero ha avviato alcuni tra i più importanti ristoranti Italiani come il Ristorante Italianissimo a Seattle, il ristorante Settebello a Chicago (entrambi nel 1995) e il Ristorante Gorge & Ray a Tokyo nel 97. Tra i suoi successi nelle competizioni gastronomiche, già nel 1987 ha conseguito il Diplome d’Honeur Art Culinarie International in Svizzera e si è classificato primo assoluto al campionato Italiano d’arte culinaria nel ’93 e premio Accademico di cucina Eccellente nel ’96.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *