Belluno °C

domenica 18 Agosto 2019,

Da Cortina a Calalzo spingendo gli amici disabili in carrozzina

Dopo l’esperienza positiva dello scorso anno, in cui è stata percorsa la San Candido-Lienz, l'associazione Amici di Diego onlus ha deciso di calcare la Lunga via delle Dolomiti. L’appuntamento è sabato 20 luglio (nelle foto, alcuni momenti dell'edizione 2018).

L’obiettivo è far divertire i ragazzi disabili in carrozzina, impossibilitati a correre con le proprie gambe, e abbattere il muro della disabilità. Perché l’emozione dello sport e della corsa può superare gli ostacoli. L’associazione Amici di Diego onlus di San Pietro di Feletto (provincia di Treviso), dopo l’esperienza positiva dello scorso anno, in cui è stata percorsa la San Candido-Lienz, ha deciso quest’anno di calcare la Lunga via delle Dolomiti. L’appuntamento è sabato 20 luglio. Partenza da Cortina alle 9.30 circa, con otto ragazzi disabili e una quindicina di atleti che spingeranno le loro carrozzine per i 37 chilometri che separano il capoluogo ampezzano a Calalzo di Cadore. Al seguito, le famiglie dei ragazzi e degli atleti faranno compagnia in bicicletta.

L’associazione Amici di Diego onlus, presieduta da Stefano Franceschin, ha come scopo portare i ragazzi disabili alle maratone e mezze maratone. «Sabato saranno previsti dei ristori lungo il percorso», sottolinea Robert Da Re della Polizia penitenziaria di Belluno, una delle anime dell’associazione. «L’amministrazione comunale di Cortina ci darà il saluto iniziale e quella calatina il ben arrivati. L’evento è stato intitolato: “Corriamo per un sorriso sulla lunga via delle Dolomiti”».

Il motto dell’associazione è “Correre per un sorriso” e “Non mollare mai” e sabato, ancora una volta, il gruppo mostrerà tutta la sua energia, il suo spirito sportivo e la dedizione agli altri.

3 commenti

  • Ottima iniziativa. Bravi. Mi dispiace che per un impegno precedente ( peraltro con l’ Anffas, ) non potrò partecipare. Sarò con voi con il cuore e il pensiero.

  • Non è possibile partecipare?

  • Bello molto bello. Mi piacerebbi far partecipare anche mia figlia. Chissà se il prossimo anno può essere possilile???!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *