Belluno °C

venerdì 13 Dicembre 2019,

Che volto aveva Valmo, l’Uomo di Mondeval? A svelarlo sarà una ricostruzione in 3D

La presentazione del progetto, che ha visto la realizzazione di un filmato con la ricostruzione del volto del cacciatore mesolitico, sarà sabato 27 luglio al Museo Vittorino Cazzetta di Selva di Cadore.

Che volto aveva Valmo, l’Uomo di Mondeval? A svelarlo sarà una ricostruzione in 3D. La presentazione ufficiale si terrà sabato 27 luglio, alle 16.30, al Museo Vittorino Cazzetta di Selva di Cadore. Interverranno l’archeologa Federica Fontana dell’Università di Ferrara, Luca Bezzi di Arc-team e gli archeologi della gestione museale, affidata all’associazione Tramedistoria.

Il filmato con la ricostruzione del volto del cacciatore mesolitico di Mondeval diventerà parte integrante del percorso museale. L’importante lavoro voluto da Tramedistoria e dal Comune di Selva è stato realizzato grazie al progetto “I Musei si svelano al territorio”, diretto dalla Magnifica Comunità di Cadore con il contributo della Fondazione Cariverona. Le fasi ricostruttive hanno avuto la supervisione scientifica dell’Università di Ferrara e sono state realizzate dalla ditta Arc-team di Cles (Tn), con il contributo dello specialista Cicero Moraes e degli archeologi di Tramedistoria.

Il Museo ospita in questi giorni anche altri eventi. Venerdì 26 luglio, alle 10, visita ai siti preistorici di Passo Giau con gli archeologi delle Università di Ferrara, Trento e Newcastle. Ritrovo presso il parcheggio di Malga Giau. Partecipazione gratuita. Evento organizzato dalle Università coinvolte in collaborazione con il Comune di S. Vito di Cadore. Alle 20.30 presentazione del libro “Quelli del sabato” a cura dei poeti erranti del bellunese. Ingresso libero.

Mercoledì 31 luglio alle 20.30 Franco Mastrovita illustrerà “Dal fuso a filatoio ad alette: la filatura manuale tra passato e presente”. Un viaggio attraverso il mondo e la storia per scoprire le antiche tecniche di filatura. Non una semplice conferenza, ma di un evento dimostrativo, a cui potrà partecipare anche il pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *