Belluno °C

venerdì 22 Novembre 2019,

Isole ecologiche interrate in Piazza dei Martiri, presto i lavori

Dalla Sovrintendenza è giunto il via libera per la realizzazione degli scavi.

È arrivato nei giorni scorsi il parere favorevole da parte della Sovrintendenza agli scavi per la realizzazione delle isole ecologiche interrate in Piazza dei Martiri a Belluno. Si chiude così un lungo iter, avviato lo scorso autunno con la posa delle campane che hanno permesso di avviare la sperimentazione; questo periodo di prova ha permesso di rilevare eventuali anomalie e criticità di questa nuova modalità (che è andata a sostituire i bidoni individuali) e di tarare il numero dei passaggi dei mezzi impegnati negli svuotamenti.

Con questo “via libera”, ora si potrà passare alla fase operativa; nelle prossime settimane, sarà la società partecipata Bellunum a bandire la gara per la realizzazione degli scavi e dell’opera: una volta aggiudicati i lavori, sono previste circa quattro settimane di cantiere, fatti salvi tutti gli imprevisti che gli scavi in area archeologica possono comportare.

Il costo per la realizzazione delle due aree, tra scavi, opere edili e messa a punto dei contenitori, è di circa 100 mila euro; ogni isola ospiterà 20 metri cubi totalmente interrati e divisi in quattro scompartimenti, pari al volume di circa 6-7 campane stradali. Se non si dovessero verificare particolari incognite, l’obbiettivo è quello di “tagliare il nastro” delle due isole ecologiche interrate per le festività natalizie.

«Ci avviamo verso la conclusione di questo lungo percorso – commenta l’assessore alle politiche ambientali, Stefania Ganz – al termine del quale la nostra città sarà fornita di dotazioni moderne e funzionali, al passo con le grandi realtà italiane ed europee. L’interramento delle isole porterà anche alla rimozione dei bidoni individuali, che occupavano la piazza, aumentando così l’ordine e il decoro per residenti e turisti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *