Belluno °C

sabato 21 Settembre 2019,

Il 21 ad Auronzo il Premio «Eccellenza Donna Belluno»

Il premio verrà assegnato a Kuki Gallmann, scrittrice di origini trevigiane ma da anni residente in Kenia, nota in tutto il mondo per il suo attivismo in difesa della natura e dell’ambiente.

Al cinema Kursaal di Auronzo di Cadore, nell’ambito della rassegna «Dolomitike, la montagna delle donne», si terrà sabato 21 settembre alle 10.30 la cerimonia di consegna del premio «Eccellenza Donna Belluno», promosso da Donne Impresa Belluno di Confartigianato imprese Belluno e giunto alla settima edizione.

Si tratta di un premio biennale che Donne Impresa Belluno ha ideato per dar voce all’imprenditoria femminile bellunese e per valorizzarla anche oltre i confini della provincia. Viene infatti attribuito a «personalità di fama almeno nazionale». «Quest’anno per la prima volta», spiega Martina Gennari, presidente di Donne Impresa Belluno, il movimento femminile di Confartigianato Belluno, «la consegna si tiene in un luogo diverso dalla città capoluogo. Abbiamo scelto di inserire questo appuntamento nella manifestazione Dolomitike, che si svolge ad Auronzo di Cadore, dove si parla di donne, di montagna e di Dolomiti». Non a caso la cerimonia di consegna gode del patrocinio della Fondazione Dolomiti Unesco nel decennale del riconoscimento delle Dolomiti a patrimonio dell’umanità.

«Questa iniziativa», dichiara Claudia Scarzanella, presidente di Confartigianato Belluno, «è un esempio tangibile di come il movimento Donne Impresa di Confartigianato sia importante per trasferire al nostro territorio, e alle donne in particolare, quei valori di determinazione e straordinaria sensibilità che persone come Kuki Gallmann riescono a interpretare e trasferire».

Il premio verrà assegnato a Kuki Gallmann, scrittrice di origini trevigiane ma da anni residente in Kenia, nota in tutto il mondo per il suo attivismo in difesa della natura e dell’ambiente, con la Gallmann Memorial Foundation, nonché autrice di numerosi best sellers tra i quali «Sognavo l’Africa», che ispirò il film «I dreamed of Africa» interpretato da Kim Basinger. «Sono davvero orgogliosa che la giuria del premio abbia indicato in Kuki Gallmann la vincitrice, donna esempio di forza, di resilienza», precisa Martina Gennari, «che idealmente riesce a unire il territorio dolomitico bellunese, inserito nella Lista patrimonio Unesco, tanto quanto quello nella Great Rift Valley in cui vive Kuki Gallmann». Per rafforzare questa coincidenza la consegna del premio verrà aperta dalla conferenza sul tema «Dolomiti Unesco» a cura del geologo Emiliano Oddone. L’evento è aperto al pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *