Belluno °C

domenica 27 Settembre 2020,

Gli alpini di Belluno portano il presepe ad Assisi

Insieme ad altri doni ricavati dalle foreste venete colpite dalla tempesta Vaia nell’ottobre del 2018.

Mercoledì 4 dicembre sono arrivati ad Assisi il presepe e altri doni ricavati dalle foreste venete colpite dalla tempesta Vaia nell’ottobre del 2018. Il presepe, che è stato inaugurato e benedetto domenica 8, e una statua del maestro Murer raffigurante una colomba di pace, si trovano nella basilica del santo grazie agli Alpini della Protezione civile della Sezione di Belluno, che si sono occupati di trasporto e installazione su richiesta della Regione Veneto.

La squadra di alpini è partita nella notte di mercoledì con due mezzi. Ad aspettare le penne nere e a coordinarle c’erano i frati dell’Ordine e il direttore del restauro della basilica Sergio Fusetti. «Un onere ma soprattutto un immenso onore per noi alpini di Belluno ricevere dalla Regione Veneto un ufficio così delicato», hanno commentato i volontari della Sezione di Belluno. «In giornata abbiamo consegnato e montato in loco il presepe, l’opera di Murer e i doni ricavati dagli alberi schiantati da Vaia e magistralmente intagliati dagli artigiani del Cadore, del Agordino e dall’altopiano di Asiago».

Domenica 8 dicembre, con l’accensione dell’albero, è stato inaugurato il presepe davanti alla folla accorsa nella piazza di Assisi. La cerimonia è stata accompagnata dal concerto del pianista Giovanni Allevi, il tutto ripreso dalle telecamere dei media nazionali.

pubblicita

2 commenti

  • Bravissimi alpini, un vero gesto grazie ai maestri scultori del legno del bellunese.

    • Siamo stati noi Associazione io amo Castellavazzo a costruire il presepio per Assisi non gli alpini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: