Belluno °C

sabato 30 Maggio 2020,

Bollettino coronavirus sabato 28 marzo: superati i diecimila morti, ma l’incremento dei malati si abbassa

Guarda anche gli altri grafici dell'Amico del Popolo.

Apprezzi le informazioni che ti diamo? Sostienici, abbonati all’Amico del Popolo. Ecco come: Abbonamenti.

Era prevedibile, è accaduto tra ieri e oggi: in Italia i morti da coronavirus accertati sono più di diecimila. Lo dice il bollettino quotidiano della protezione civile, comunicato dal Ministero della Salute stasera, sabato 28 marzo. I numeri sono sempre molto pesanti soprattutto in Lombardia, il grafico qui sopra mostra con evidenza quanto grave è il dato dei morti sul totale della popolazione, l’Italia è allo 0,02%, il Veneto “solo” 0,01%, la Lombardia purtroppo 0,06%. I numeri Veneto: Positivi totali dall’inizio 7.930, +433, +5,8%; Oggi sono positivi accertati 6.913, +265, +4,0%; Oggi sono positivi isolati in casa 5.010, +236, +4,9%; Oggi sono ricoverati (non t.i.) 1.559, +23, +1,5%; Oggi sono ricoverati in terapia intensiva 344, +6, +1,8%; Morti dall’inizio 362, +49, +15,7%; Guariti dall’inizio 655, +119, +22,2%. I numeri Italia: Positivi totali dall’inizio 92.472, +5.974, +6,9%; Oggi sono positivi accertati 70.065, +3651, +5,5%; Oggi sono positivi isolati in casa 39.533, +2.880, +7,9%; Oggi sono ricoverati (non t.i.) 26.676, +647, +2,5%; Oggi sono ricoverati in terapia intensiva 3.856, +124, +3,3%; Morti dall’inizio 10.023, +889, +9,7%; Guariti dall’inizio 12.384, +1.434, +13,1%.

Elaborazioni dell’Amico del Popolo su dati Ministero della Salute – Protezione Civile.

Ci sono delle importanti conferme, tuttavia: come già scrivevamo nei giorni scorsi, l’andamento degli incrementi percentuali mostra una stabilizzazione (dovuta anche ai numeri sempre più grandi) ma soprattutto un progressivo calo: se guardiamo ai ricoveri (non in terapia intensiva) vediamo che il Veneto ha avuto un incremento dell’1,5% quando solo una settimana fa era stato del 18,2%. Italia: 2,5% sabato scorso 12,7%. Lombardia: 0,1%, sabato scorso 10,4%. L’incremento dei positivi non ha molto significato, perché dipende in larga misura dalla capacità di “scovarli”. Il numero quotidiano delle persone ricoverate, invece, offre una misura molto più oggettiva dell’andamento dell’epidemia di coronavirus.

Se gli incrementi calano ed è un segno di grande speranza, restano però le cifre drammatiche dei morti. Oggi sono più di diecimila dall’inizio dell’epidemia. In poco più di un mese. Un dramma spaventoso, che ci chiama tutti a non abbassare la guardia: è assolutamente necessario frenare l’avanzata del coronavirus Covid-19.

pubblicita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: