Belluno °C

domenica 27 Settembre 2020,

Sarà sistemato il bosco Drio le Rive

Le opere rientreranno tra gli Interventi di ripristino post-Vaia. L'accordo con Etifor, che sosterrà le spese.

A Feltre, il bosco Drio le Rive è una delle aree verdi cittadine che ha maggiormente subito i drammatici effetti della tempesta Vaia, con lo schianto e lo sradicamento di molti alberi, che hanno danneggiato anche manufatti, percorsi e camminamenti interni.

Nei mesi successivi all’evento atmosferico il Comune aveva eseguito i primi urgenti lavori di taglio e messa in sicurezza dell’area boscata, ma si è posto in seguito il tema di un recupero più complessivo e “studiato”, nel quale si è inserita a pieno titolo la società Etifor, spin-off dell’Università di Padova, nel quadro dell’iniziativa «Fratello Albero». La società ha trasmesso all’Amministrazione una proposta di donazione di un progetto di reimpianto di alberi, composto da 2.000 piante forestali da mettere a dimora a sue spese su una superficie totale di circa un ettaro, nonché per la riqualificazione dell’area boscata urbana del Bosco Drio le Rive.

Il progetto prevede, tra l’altro, interamente a cura e spese di Etifor, la progettazione tecnica, comprensiva della relazione paesaggistica, la preparazione del terreno e la fornitura e messa a dimora di 2.000 piante forestali di specie arboree autoctone provenienti da seme certificato di provenienza locale, la fornitura e la posa di materiale di tutoraggio, la manutenzione atta a garantire l’attecchimento nei 3 anni successivi all’impianto. Il progetto ha un valore economico complessivo stimato di 20 mila euro.

«Nel parco urbano del Bosco Drio le Rive troveranno dimora specie autoctone di varia tipologia, quali acero, frassino, tiglio, carpino e olmo», commenta l’assessore all’ambiente del Comune di Feltre Valter Bonan. L’area, prosegue Bonan, è molto utilizzata dai cittadini anche a scopo sportivo e ricreativo, «il suo pieno recupero è dunque di rilievo sotto numerosi aspetti: per il ripristino della cornice arborea, ma anche per la percezione paesaggistica da e verso il Colle delle Capre e per il consolidamento dei versanti della collina».

I lavori saranno realizzati da ditte specializzate, con la sorveglianza dei tecnici comunali preposti alla manutenzione del verde pubblico e la consulenza del Dipartimento Tesaf dell’Università di Padova; al termine dell’intervento Etifor si farà carico di trasmettere all’amministrazione comunale un certificato di regolare esecuzione dei lavori eseguti.

pubblicita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: