Belluno °C

domenica 24 Gennaio 2021,

Autoimprenditorialità, all’Istituto Agrario una sperimentazione con l’Università finlandese di Tampere

Da gennaio ad aprile i ragazzi della classe 3BP dell’indirizzo professionale appartenenti al nuovissimo indirizzo Trasformazioni Agroalimentari inizieranno a utilizzare Skilloon.

Partirà a giorni all’Istituto Agrario Della Lucia di Feltre, precisamente il 20 gennaio, una sperimentazione innovativa sull’autoimprenditorialità in collaborazione con l’Università Finlandese di Tampere e l’Università di Bolzano. Da gennaio ad aprile i ragazzi della classe 3BP dell’indirizzo professionale appartenenti al nuovissimo indirizzo Trasformazioni Agroalimentari inizieranno a utilizzare Skilloon, una piattaforma creata da Jaana Seikkula-Leino, ricercatrice presso l’Università finlandese di Tampere.

La piattaforma finlandese Skilloon è utilizzata da anni in scuole secondarie e università finlandesi. Finanziata dalla facoltà di Scienze della formazione dalla Libera Università di Bolzano e in collaborazione con Invalsi, la sperimentazione coinvolge fra gli altri due istituti secondari del Veneto: il liceo Brocchi di Bassano e l’IIS Della Lucia di Feltre. L’utilizzo della piattaforma online, con vari esercizi, permetterà agli studenti dell’IIS Della Lucia di sviluppare il loro senso di iniziativa e di imprenditorialità, una competenza chiave europea per l’apprendimento permanente, riflettendo così sulle loro employability skills. Si tratta di quelle abilità trasversali che i datori di lavoro sempre più cercano nei neoassunti, per esempio, la capacità di cooperare coi colleghi e il lavoro per obiettivi.

Gli studenti della 3BP impareranno così a stabilire un percorso per i propri studi e la propria professionalità fino ad avviare la propria impresa, diventando i “piccoli imprenditori di se stessi” e migliorando la propria autostima. Secondo Ezio Busetto, dirigente dell’IIS Della Lucia, la sperimentazione è un’opportunità per i ragazzi del neonato corso di Trasformazioni Agroalimentari, che potranno imparare l’autoimprenditorialità, migliorando allo stesso tempo le proprie competenze informatiche.

Secondo la coordinatrice del progetto Lavinia Lasen, docente di scienze, tecnologie e tecniche agrarie, questa sperimentazione è un’occasione preziosa per conoscere meglio i propri studenti in tempi di didattica a distanza. Inoltre, partire già in terza con l’educazione all’auto-imprenditorialità significa per gli studenti imparare a progettare il proprio futuro fin da subito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: