Belluno °C

domenica 11 Aprile 2021,

Una grande coperta ai piedi delle Tre Cime: “Viva Vittoria” per dire no alla violenza sulle donne

Sinora sono 13, sparsi nella provincia di Belluno, i punti di raccolta dov'è possibile consegnare i quadrati 50x50 lavorati a maglia destinata a raccogliere fondi a sostegno delle associazioni che combattono la violenza di genere.

Sinora sono 13, sparsi nella provincia di Belluno, i punti di raccolta dov’è possibile consegnare i quadrati 50×50 lavorati a maglia destinata a raccogliere fondi a sostegno delle associazioni contro la violenza sulle donne. Le coperte lavorate a maglia, che saranno realizzate in questi mesi dalle persone aderenti all’iniziativa “Viva Vittoria Tre Cime di Lavaredo”, il 4 settembre 2021 saranno stese ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo, nel comune di Auronzo di Cadore.

“Viva Vittoria” è nata nel 2015 per condividere con le donne l’idea che la violenza si può fermare cominciando da loro stesse, dalla consapevolezza che loro decidono della loro vita. Come forma di espressione è stato scelto il lavoro a maglia, metafora di creazione e sviluppo della propria personalità. Un fare condiviso che produrre possibilità di vita. Con “Viva Vittoria Tre Cime di Lavaredo” stanno collaborando: associazioni e enti di tutta la provincia di Belluno, a cominciare dalla sezione del Cai di Auronzo, Pro loco Tiziano di Pieve e Pro loco di Valle di Cadore, il Comune di Comelico Superiore e Rosso di Sera a Domegge. L’elenco è però in
continuo aggiornamento e molte associazioni cadorine si stanno aggiungendo.

Se fino a ieri non si sapeva dove poter recapitare i quadrati lavorati a maglia, oggi è stato reso noto l’elenco con i pimi centri di raccolta: El Gem merceria (Agordo); Consorzio turistico tre Cime (Auronzo); Paki computers (Cencenighe); b&b Rossodisera (Domegge); Auser “Il Narciso” (Lentiai), L’Emporio (Limana); Piccole Creazioni (Pieve di Cadore); Pro loco Circolo Astra (Ponte nelle Alpi); Tre civette sul Comò (Centro Quadrifoglio di Santa Giustina); Gran Bar Piave (Santo Stefano); Il Casel (Seren del Grappa); Pro loco Valle di Cadore.

Vittore Doro

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: