Belluno °C

giovedì 24 Giugno 2021,

“La scuola che vorrei”, inaugurati i graffiti a Mel e Villa

L’Istituto comprensivo di Mel, a partire dall’anno scolastico 2019/2020, fa parte della rete del progetto "Scuola Attiva", finanziato dalla Fondazione Cariverona.

Sono stati inaugurati in questi giorni nei plessi di scuola primaria di Mel e Villa i due graffiti realizzati sotto la guida dell’artista Dunio Piccolin nell’ambito del Progetto “Scuola Attiva”. Presenti assieme agli alunni e alle insegnanti il dirigente dell’Istituto Comprensivo Umberto De Col, il sindaco del Comune di Borgo Valbelluna Stefano Cesa e i genitori degli alunni coinvolti. L’Istituto comprensivo di Mel, a partire dall’anno scolastico 2019/2020, fa parte della rete del progetto “Scuola Attiva”, finanziato dalla Fondazione Cariverona, che ha come finalità la promozione delle competenze-chiave per l’apprendimento permanente, attraverso l’attivazione di percorsi didattici disciplinari e interdisciplinari ideati dai docenti interni e realizzati attraverso una didattica attiva e laboratoriale e svolti anche con il supporto di esperti e professionisti provenienti dal mondo della tecnica e delle scienze, della cultura umanistica, delle arti e dell’artigianato. In quest’anno scolastico sono state coinvolte quattro classi sperimentali: le terze e le quarte a tempo pieno e a tempo normale della scuola primaria di Mel rispettivamente seguite dalle insegnati Francesca Guerrazzi, Antonella Paolin e Jamaica Samaria della Primaria “Dante Alighieri” e Marzia Comiotto e Graziella Tormen della Primaria “Luigi Cima”.

Il percorso “La scuola che vorrei”, che ha portato alla realizzazione dei graffiti, ha avuto come tema l’ambiente vissuto quotidianamente dai bambini, da scoprire e conoscere per poterne avere rispetto e cura.
Attraverso l’intervento degli esperti Francesca Barp ed Alessandro Moretto dell’associazione Isoipse è stata avviata un’attività di analisi e progettazione al fine di realizzare un cortile più accogliente e colorato con piantine fiorite e aromatiche, casette per gli uccelli o proposte d’interventi con giochi e piccoli arredi per rendere più funzionale l’ambiente esterno a disposizione dei bambini. Con la guida dell’artista Dunio Piccolin gli alunni hanno potuto invece sperimentare la tecnica del graffito, realizzando in entrambi le scuole due splendide opere d’arte.

I “custodi del giardino” è il titolo del graffito che ravviva la parete esterna della scuola primaria di Mel, dove personaggi ed elementi fantastici si muovono in modo armonioso, colorando e proteggendo i giochi felici e i momenti di lavoro degli alunni. Il tocco prezioso dell’artista ha trovato spazio anche nell’atrio interno della scuola primaria di Villa di Villa rendendo omaggio al pittore zumellese Luigi Cima attraverso il racconto della sua vita. Importante è stata l’esperienza laboratoriale di coding con l’esperto Erik Sacco Zirio, attraverso la quale ogni alunno, con l’ausilio di un chromebook, ha programmato tramite il software “Scratch” una storia ambientata negli spazi esterni dell’edificio scolastico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: