Belluno °C

mercoledì 28 Luglio 2021,

Un opuscolo per la «Traversata del Cadore»

Lo ha realizzato l’Unione Montana di Centro Cadore.

L’Unione Montana di Centro Cadore ripropone l’antico percorso della Traversata del Cadore che collega Auronzo di Cadore a Perarolo di Cadore. E lo fa con un elegante opuscolo appena uscito dalla tipografia. Ventiquattro pagine che raccontano a mo’ di diario il territorio cuore del Cadore, i suoi paesaggi, le sue meraviglie naturali a cominciare dalle sue montagne che appartengono alle Dolomiti dell’Unesco ma anche le sue ricchezze culturali che testimoniano una storia blasonata. er ognuno degli otto comuni che compongono l’Unione Montana c’è una cartina che indica il proprio segmento della Traversata e una legenda con quel che c’è da vedere e da scoprire. Il tutto è ritmato dagli appunti di un diario con impressioni e sollecitazioni.

«L’iniziativa», commenta il presidente dell’Unione Pier Luigi Svaluto Ferro, «fa parte del progetto di promozione turistica che abbiamo varato l’anno scorso e che risponde al proposito di fare, insieme, un salto di qualità nell’ambito della valorizzazione del nostro meraviglioso territorio dolomitico. In primo luogo abbiamo preso in considerazione la nostra rete sentieristica che rappresenta un’autentica ricchezza che nella sua interezza pochi conoscono anche in Cadore. Sentieri di alta quota e sentieri di fondo valle che collegano tutti i nostri paesi. Ecco, la Traversata del Cadore, rappresenta un esempio meraviglioso di questa rete che consente di affacciarsi a panorami mozzafiato senza far tanta fatica».

Per quanto riguarda l’impegno escursionistico si può dire che la Traversata, grazie all’assenza di difficoltà geomorfologiche e alle moderate quote di dislivello, è accessibile proprio a tutti sia a piedi che in bike.

Il percorso principale, che è lungo una settantina di chilometri e nel suo insieme sfiora i 500 metri di dislivello si articola lungo sentieri e strade per lo più sterrate.

Lungo la Traversata ognuno degli otto Comuni assume il ruolo di protagonista. Ognuno con le rispettive specificità. Da Auronzo dove il percorso prende il via, fino a Lozzo dopo essere transitati per Vigo e Lorenzago. Domegge e Calalzo sono toccati dalla parte centrale del percorso e Pieve e Perarolo dalla parte conclusiva. Le ricchezze di ognuno compongono il prezioso mosaico naturale e culturale che fanno del Centro Cadore il cuore pulsante delle Dolomiti.

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: