Belluno °C

giovedì 9 Dicembre 2021,

A 100 anni dalla nascita, una rassegna di cinema dedicata a Rodolfo Sonego

Si terrà in Alpago, nei luoghi delle sue origini.

Avrà inizio mercoledì 4 agosto alle 20.30 nell’Anfiteatro di Puos d’Alpago, con la proiezione del film “Una vita difficile” del regista Dino Risi, una rassegna di cinema dedicata a Rodolfo Sonego, organizzata dall’amministrazione comunale, dai curatori del “Mese del Libro Alpago” e dalla Pro loco di Revine Lago. «Il Comune di Alpago ha avuto il privilegio di essere coinvolto in un interessante progetto, “RodolfoSonego100”, promosso da Viviana Carlet, ideatrice anche di Lago Film Fest», commenta il vicesindaco Vanessa De Francesch, «Si tratta di un’occasione irripetibile per conoscere Rodolfo Sonego, il suo eccezionale contributo al cinema italiano, ma anche per comprendere l’importanza che ha avuto per la sua vita e la sua arte il territorio dell’Alpago»

Rodolfo Sonego, uno dei più grandi sceneggiatori della commedia italiana, è nato a Cavarzano di Belluno il 27 febbraio 1921, ma ha trascorso l’infanzia in una casa nel paesino di Valzella e ha sempre mantenuto negli anni, pur lontano per gli innumerevoli impegni di lavoro, un profondo legame con il paese di Puos d’Alpago.
Così si esprimeva Sonego in un libro-intervista di Tatti Sanguineti: «Puos d’Alpago: abitanti mille. Si pensa ai mille abitanti e ci si immagina un paese di zulù, di contadini morti di fame, di montanari emigranti. Puos d’Alpago era invece un universo come Washington. Era la mia New York; la casa più alta che io avessi mai visto, il mio grattacielo, era la casa dei Coden, un edificio a tre piani di un orologiaio… ».

Di numerossimi film Rodolfo Sonego scrisse il soggetto e la sceneggiatura, fra questi ben 44 furono interpretati da Alberto Sordi e costituiscono ancor oggi delle pietre miliari nella storia del cinema italiano. La rassegna proseguirà mercoledì 11 agosto alle 20.30 nella piazza di Farra d’Alpago con la proiezione del film del regista Mario Monicelli “La ragazza con la pistola” e si concluderà mercoledì 18 agosto, sempre alle 20.30, nell’area del parco di Pieve d’Alpago con la proiezione del film del regista Luigi Comencini “Lo scopone scientifico”. Le tre proiezioni saranno introdotte da una presentazione a cura del gruppo di lavoro del “Mese del Libro Alpago” e da un intervento critico di Viviana Carlet. L’ingresso è libero, ma la partecipazione agli eventi sarà possibile solo nel pieno rispetto delle prescrizioni d istruzioni contenute nei decreti e/o direttive emanati dalle competenti autorità (nazionali o regionali) e vigenti alla data degli eventi medesimi e nel limite dei posti disponibili. In caso di maltempo i tre eventi si svolgeranno presso la Casa della Gioventù di Puos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: