Belluno °C

mercoledì 19 Gennaio 2022,

Calcio, Dolomiti Bellunesi di misura sul Vittorio Falmec

La formazione bellunese di serie D ha vinto per 1-0 grazie a una prodezza di Mosca.

Una prodezza di Stefano Mosca ha deciso la terza uscita stagionale della Dolomiti Bellunesi, la squadra di calcio di serie D nata dalla fusione di Belluno, Feltre e San Giorgio Sedico: a ridosso dell’intervallo infatti il difensore agordino con un gran sinistro ha segnato all’incrocio dei pali l’unica rete dell’incontro giocato contro il Vittorio Falmec, compagine di Eccellenza. E così il gruppo di Renato Lauria ha ritrovato il successo dopo il passivo – comunque onorevole – patito con il Trento. Per quel poco che possa contare il risultato in un periodo di prove, esperimenti e in cui l’acido lattico e il caldo annebbiano idee e velocità di gioco.

Nella partita andata in scena ieri allo Zugni Tauro di Feltre erano due i ragazzi in prova, entrambi del 2003: Alessandro Chiavon, portiere arrivato dalla Primavera dell’Udinese, e l’esterno Niccolò Rubbi, nativo di Ferrara e messosi in mostra a livello giovanile con Bologna e Padova. In più ha trovato subito una maglia da titolare (la numero 10) il neo arrivato Sivilla, mentre De Paoli, solitamente schierato al fianco di Corbanese, ha agito da esterno a tutta fascia, sulla corsia di sinistra.

Il predominio territoriale è stato dei bellunesi, ma le occasioni più nitide sono state dei vittoriesi, soprattutto nel quarto d’ora iniziale quando Chiavon ha ribattuto con i piedi un diagonale da buona posizione di Tabacchi, mentre un bolide da fuori di De Biasi si è stampato sulla parte alta della traversa. Ma, a 2’ dal riposo, è stato Mosca a spezzare l’equilibrio. Nella ripresa i ritmi sono calati, anche se Corbanese ha avuto modo di rendersi pericoloso, anche su calcio piazzato: il suo destro a scavalcare la barriera è stato però neutralizzato dall’estremo difensore Rigo.

«Nonostante i carichi importanti di lavoro – è l’analisi di mister Lauria – i ragazzi hanno dato l’anima e messo in campo voglia di correre e di fare. Ho raccolto un altro ottimo segnale. Senza considerare che abbiamo cambiato scacchiere e cercato di trovare delle nuove linee di gioco: a tratti ho visto buone cose. E, non mi stancherò mai ripeterlo, l’impegno durante la settimana è eccezionale». Inevitabile un passaggio sull’ultimo arrivato, l’attaccante Sivilla: «È un professionista e, come tale, ha portato il suo esempio in spogliatoio. Si trova già a meraviglia con Cobra: il tempo darà ancora più certezze. I ragazzi in prova? Bene entrambi: ora valuteremo se le loro caratteristiche possono esserci utili».

Nel frattempo, Marco Piazza sarà fra i protagonisti della Lazio Cup. Il centrocampista, classe 2004, ha superato la selezione iniziale ed è fra i 23 convocati nella rappresentativa Under 18 della Lega nazionale dilettanti. Martedì prossimo l’esordio col Benevento (ore 16.30), mercoledì la sfida col Crotone (ore 9.30) e giovedì l’ultimo impegno contro la selezione del Canada (ore 9.30).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: