Belluno °C

giovedì 9 Dicembre 2021,

“Oltre le vette” entra nel vivo: venerdì 8 ottobre l’inaugurazione

Per due settimane si succederanno poi al Teatro Comunale, al Museo Palazzo Fulcis, alla Sala “Bianchi” e in altri luoghi del centro città e del circondario gli oltre 40 eventi programmati.

Ormai manca poco. La rassegna “Oltre le vette” prenderà il via ufficialmente venerdì 8 ottobre. L’inaugurazione della 25esima edizione è prevista alle ore 17.30 a Palazzo Crepadona. Per l’occasione verrà aperto in via straordinaria il cantiere, consentendo così alla cittadinanza di ammirare il nuovo cortile coperto. Seguirà la visita alla mostra “Donne di Terre estreme”, con fotografie di Caterina Borgato, allestita in Piazza dei Martiri. Per due settimane si succederanno poi al Teatro Comunale, al Museo Palazzo Fulcis, alla Sala “Bianchi” e in altri luoghi del centro città e del circondario (Piazza dei Martiri, Archivio di Stato, parco Città di Bologna, Nevegàl, Villa Buzzati San Pellegrino, Museo Etnografico di Cesiomaggiore) gli oltre 40 eventi programmati, con una serie di convegni, di spettacoli teatrali, di proiezioni cinematografiche, di presentazioni di libri e, ovviamente, di ospiti del mondo dell’avventura.

In realtà, il programma di “Oltre Le Vette” si estende ben oltre le date ufficiali che racchiudono il cuore della manifestazione, da venerdì 8 a domenica 17 ottobre. Gli appuntamenti hanno infatti preso il via già sabato 25 settembre con l’inaugurazione della mostra “Per Grazia Ricevuta – Concorso d’arte per esorcizzare un’epidemia”, allestita a Palazzo Fulcis. La mostra sarà visitabile fino al 1 novembre, con ingresso gratuito, negli orari di apertura del Museo civico.

Non mancano gli appuntamenti con il cinema. La rassegna si aprirà, nella prima serata (venerdì 8 ottobre) con la proiezione di “Fratelli si diventa”, un recentissimo film dedicato a Walter Bonatti attraverso il racconto di colui che ne divenne grande amico, Reinhold Messner. Oltre al consueto appuntamento con le migliori opere del Trento Film Festival (mercoledì 13 ottobre), il cinema sarà protagonista domenica 17 ottobre con la prima assoluta del film “CuorInmano”, sul mondo del volontariato bellunese, e con la proiezione di “Immenso Blu”, di Manrico dell’Agnola.

Di grande importanza il convegno di studi “La montagna immaginata”, coordinato da Diego Cason, in cui antropologi, sociologi e studiosi di levatura nazionale discuteranno di come nei decenni è cambiata la visione del reale alpino, un evento organizzato in collaborazione con Fondazione Dolomiti Unesco (venerdì 15 ottobre). In ambito scientifico da segnalare soprattutto l’evento con Stefano Mancuso, uno dei più importanti studiosi del mondo delle piante e delle loro tante e poco note caratteristiche e capacità, per una serata davvero imperdibile (giovedì 14 ottobre). Anche questo evento è realizzato con il supporto della Fondazione Dolomiti Unesco.

Diversi gli ospiti del mondo dell’avventura che saliranno sul palco del Teatro comunale: oltre a Caterina Borgato (sabato 9 ottobre), scrittrice e fotografa, si potranno conoscere le imprese di Ruggero Arena (domenica 10 ottobre), alpinista e viaggiatore, di Gianni De Zaiacomo (martedì 12 ottobre), protagonista di straordinari voli con il parapendio, di Max Calderan (sabato 16 ottobre), corridore di deserti e uomo d’avventura. Il programma degli eventi serali si chiuderà con un ospite d’eccezione, l’alpinista Hans Kammerlander, uno dei pochissimi grandi uomini di montagna di questi decenni non ancora saliti sul palco di “Oltre le vette”. Sarà a Belluno domenica 24 ottobre.

Tutti gli eventi in programma sono a ingresso gratuito e con prenotazione e registrazione obbligatorie. Per prenotare, è possibile farlo direttamente collegandosi al sito ufficiale di “Oltre Le Vette”, cliccando sul pulsante in homepage “Prenotazione eventi” e seguendo le indicazioni di registrazione. Oppure, recandosi al Museo civico – Palazzo Fulcis in via Roma 18 a Belluno, negli orari di apertura. L’accesso agli eventi avverrà nel rispetto della vigente normativa sulla pandemia Covid-19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: