Belluno °C

domenica 24 Ottobre 2021,

Una nuova sala didattica al Centro del libro parlato

Intitolata al socio fondatore e presidente Flavio Devetag.

Sarà inaugurata sabato 16 ottobre alle 10.30 la nuova sala didattica allestita al Centro internazionale del libro parlato di Feltre, l’associazione che aiuta, attraverso la produzione di audiolibri, i non vedenti, ipovedenti, dislessici, distrofici, anziani ad accostarsi alla lettura e allo studio. All’evento parteciperanno il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà, gli esponenti della politica bellunese e i soci fondatori dell’associazione.

La nuova sala didattica, intitolata al socio fondatore e presidente Flavio Devetag recentemente scomparso, è stata realizzata tramite i fondi che il Centro ha ricevuto nel 2019 dal Ministero dei Beni culturali grazie all’impegno dell’allora senatrice Raffaela Bellot, oggi socia benemerita del Centro. In questi anni sono stati inoltre avviati importanti investimenti volti ad ampliare i servizi del Centro come la digitalizzazione a favore degli utenti ed alle migliorie strutturali.

La sala è stata concepita per essere fruibile non solo dal Centro internazionale del libro parlato, ma anche dalle associazioni del territorio che ne faranno richiesta per svolgere le proprie attività come corsi di formazione, percorsi assistiti per dislessici e molto altro. «Il nostro Centro è un’eccellenza che funziona a livello nazionale», spiega la presidente Luisa Alchini. «Questo evento importante rappresenta, anche agli esponenti della politica locale, i grandi passi che sono stoti compiuti in questi anni. Desideriamo, anche mettendo a disposizione questa nuova sala, creare una rete con gli enti e le associazioni locali per una migliore offerta dei servizi alle persone con disabilità. La sala didattica è dotata di computer, scrivanie e lavagna, entro il 2023 sempre al terzo piano sarà allestito un sito documentale dove le persone potranno conoscere attraverso il materiale raccolto (foto, tecnologie e opere) la storia del Centro dal 1983».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: