Belluno °C

giovedì 9 Dicembre 2021,

Venerdì 26 copertura nuvolosa estesa e compatta

Non esclusa qualche modesta precipitazione sui settori orientali, mentre altrove le stesse saranno più rade.

Il Centro Valanghe Arpav di Arabba prevede per venerdì 26 novembre una copertura nuvolosa ancora assai estesa e compatta, eccetto qualche chance di tratti soleggiati, più probabile sulle Prealpi, specie quelle occidentali. Non escluso qualche modesto fenomeno sui settori orientali, mentre altrove gli stessi saranno più radi. Nuovo peggioramento alla sera. Contesto fresco e umido nelle valli, freddo oltre i 1600/1800 metri. Nottetempo residue debolissime precipitazioni, nevose oltre i 1200-1500 metri (40/60%), magari anche al primo mattino sulle Prealpi orientali (50/60%). In giornata qualche precipitazioni verso est (30/40%), mentre la probabilità sarà minore sui settori occidentali (10/20%). Verso sera ripresa delle precipitazioni (60/80%). Il limite della neve serale sarà a 1000/1200 metri, localmente più basso sulle Dolomiti. Temperature in lieve calo rispetto a giovedì, eccetto ripresa delle minime nelle valli. In quota le minime saranno raggiunte in serata. Le punte massime saranno in diminuzione di 1/2°C circa. Venti: nelle valli perlopiù deboli di direzione variabile; in quota deboli o moderati occidentali al mattino e da sud-ovest nel pomeriggio.

Sabato 27 tempo perturbato con cielo coperto e precipitazioni spesso diffuse. Le fasi più acute dovrebbero verificarsi nottetempo/primo mattino e nel tardo pomeriggio/sera, mentre ci sarà un’attenuazione del maltempo in giornata. Debole escursione termica giornaliera e contesto termico invernale oltre gli 800/1000 metri. Probabilità molto alta nottetempo e in parte del mattino (90/100%) per precipitazioni diffuse, spesso di moderata intensità. In giornata attenuazione dei fenomeni che diventeranno sparsi e spesso deboli, prima di una nuova intensificazione degli stessi in serata. Il limite neve sarà attorno ai 700/900 metri, ma potrà scendere fino sui 500/600 metri sia sulle Dolomiti che sulle Prealpi qualora l’intensità lo consentisse. I cumuli complessivi tra venerdì e sabato saranno di 20-30 mm sulle Dolomiti e 30-40 mm, con altrettanti cm di neve attorno ai 1500/1600 metri. Temperature in ulteriore lieve calo in un contesto sempre più invernale, specie in alta quota. Venti: nelle valli perlopiù deboli di direzione variabile; in quota moderati/tesi dai quadranti meridionali, anche per richiamo sciroccale sui 1500/2000 metri. Al pomeriggio diventeranno forti sulle cime più alte.

Domenica 28 residuo maltempo nella notte con precipitazioni in esaurimento entro il primo mattino, nevose oltre i 500/600 metri sulle Dolomiti e 600/700 metri sulle Prealpi. Al mattino tempo variabile con nuvolosità ancora predominante, specie sulle Dolomiti, dove un po’ di nevischio potrebbe ancora verificarsi sporadicamente. Al pomeriggio attenuazione della nuvolosità e rasserenamenti via via più ampi. Temperature in calo. Venti deboli variabili nelle valli, prima di qualche rinforzo per locali episodi di Foehn tra il pomeriggio e la sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: