Belluno °C

sabato 4 Dicembre 2021,

Violenza sulle donne, Belluno firma il “Patto dei Comuni”

È stato promosso da Anci, firmato nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

Prevenire, proteggere e promuovere: questi gli obbiettivi del “Patto dei Comuni per la parità e contro la violenza di genere” promosso dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani e sottoscritto oggi dal Comune di Belluno, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

«Si tratta di un gesto simbolico, ma che ci impegna a promuovere una cultura che porti a una parità reale, priva di stereotipi di genere», spiega il Sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, «è una missione che deve vedere coinvolti tutti, dai giovani alle associazioni del territorio fino appunto agli enti locali, regionali e nazionali: bisogna sensibilizzare le giovani generazioni, ma soprattutto agire sulla popolazione più adulta (il rapporto Eures 2020 sul femminicidio in Italia fissa attorno ai 54 anni l’età media delle vittime, mentre i dati Istat 2020 rivelano come oltre il 92% delle donne uccise sia morta per mano di una persona conosciuta, e nel 57% dei casi l’omicida sia stato il partner o ex partner); sostenere le realtà che aiutano le donne vittime di violenze fisiche, psicologiche o economiche; promuovere politiche di parità tra i generi».

Il documento sottoscritto oggi, che prevede anche un coordinamento tra i comuni sottoscrittori per lo scambio di buone pratiche, impegna a «progettare in modo trasversale, nei vari ambiti amministrativi, politiche pubbliche che riducano la disparità ed assicurino il rispetto delle differenze affinché siano garantite le pari opportunità; favorire e realizzare direttamente azioni di sensibilizzazione, in particolare rivolte ai più e le più giovani, sul tema delle pari opportunità, contro la diffusione di stereotipi di genere e per favorire relazioni paritarie; contribuire ad una reale parità di genere nella società; promuovere, nell’ambito dell’amministrazione pubblica, percorsi di formazione e sensibilizzazione sulle politiche di Pari Opportunità; supportare le persone nella conciliazione lavoro e famiglia promuovendo servizi adeguati, a sostegno dell’infanzia, dell’adolescenza e della terza età; fare rete tra istituzioni e sostenere le attività promosse dalle organizzazioni della società civile che abbiano i medesimi obiettivi; promuovere, favorire e sostenere i Centri Antiviolenza, le Case Rifugio e le reti di sostegno alle donne; impegnarsi ad attuare politiche lavorative a favore delle donne che promuovano piani di azioni positivi sia interni alle amministrazioni, sia nell’ambito delle società partecipate e controllate dalle amministrazioni stesse».

«Questo impegno», conclude Massaro, «si aggiunge a quelli già messi in campo da questa amministrazione a favore delle politiche di genere e delle realtà a sostegno delle donne in difficoltà, come il supporto economico a Belluno Donna tramite il pagamento degli affitti degli alloggi sicuri concessi all’associazione da Ater».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: