Belluno °C

lunedì 3 Ottobre 2022,

Il Comune di Borgo Valbelluna ha scelto lo stemma

Ha ottenuto il consenso di oltre il 70% dei 562 cittadini maggiorenni che si sono espressi.

Si è conclusa anche la seconda fase della procedura di selezione del nuovo stemma del Comune di Borgo Valbelluna. La commissione tecnica incaricata, composta da Laura Pontin in qualità di presidente e dai commissari Stefano De Vecchi e Walter Bernardi, in base ai criteri definiti dal bando, ha individuato i 3 migliori stemmi e gonfaloni tra le 54 proposte progettuali partecipanti al concorso di idee bandito dall’Amministrazione comunale.

La palla è passata poi al giudizio popolare, che si è espresso con il voto di 562 cittadini maggiorenni. La graduatoria definitiva è stata ottenuta sommando i punteggi assegnati dalla commissione tecnica con quelli dei cittadini. Infine la commissione ha provveduto all’apertura delle buste con i nomi dei partecipanti e all’abbinamento ai 3 progetti finalisti.

Lo stemma vincitore, quello che ha ottenuto un consenso popolare di oltre il 70%, è quello più conservatore e tradizionale; suddiviso in 4 parti uguali per non far affiorare distinzioni tra gli estinti Comuni, contiene gli elementi distintivi degli stessi: il castello per Lentiai, la croce patriarcale per Mel, il fiume per Trichiana e 3 stelle su sfondo rosso a simboleggiare la fusione di 3 enti.

Il secondo classificato richiama gli antichi stemmi, caratterizzati da essenzialità e semplicità: ha come tema centrale la croce patriarcale, segno antichissimo e distintivo dell’estinto Comune di Mel, composta da 3 bracci che sono portatori di un ulteriore significato, quale l’unione delle 3 comunità originarie che si fondono in una nuova comunità; i colori azzurro e bianco richiamano gli estinti Comuni di Lentiai e Trichiana, ma anche l’acqua del fiume Piave e la neve delle Prealpi.

Il terzo classificato, dal punto di vista grafico certo il più originale e innovativo, è caratterizzato dall’utilizzo dei castelli, presenti in tutti gli stemmi degli estinti Comuni, composti uno dentro l’altro, alternando il rosso e l’azzurro. Purtroppo la commissione ha dovuto escludere quest’ultimo elaborato in quanto l’autore ha presentato al concorso due proposte e questa condizione da bando rappresentava condizione di esclusione.

L’artista autore del nuovo stemma del Comune di Borgo Valbelluna è Nicola Ciaramella di Ospitale di Cadore, che ha partecipato in gruppo di lavoro con Ilaria Ciaramella; riceverà un premio di 1.200 euro. Il secondo classificato, che riceverà un premio di 800 euro, è Ezio Forcella di Treviglio (Bergamo).

L’iter si concluderà con l’approvazione dello stemma selezionato da parte prima del Consiglio comunale e poi del Servizio di Araldica pubblica della Presidenza del Consiglio dei ministri, che ne dovrà approvare forma, colori, dimensioni e attinenza alle normative vigenti. Solo a questo punto il nuovo stemma diventerà ufficialmente l’emblema del Comune di Borgo Valbelluna.

«Mi auguro che, anche grazie al nuovo stemma, ricco di elementi e di colori che simboleggiano molte qualità e virtù, i nostri cittadini mantengano la loro identità storica e culturale, ma al tempo stesso diventino parte di una nuova comunità, che sappia usare i retaggi del passato per creare un futuro di unione e fratellanza», ha commentato Stefano Cesa, sindaco di Borgo Valbelluna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: