Belluno °C

lunedì 3 Ottobre 2022,

Ulss 1, da oggi anche video informativi tradotti in lingua dei segni

Al link https://regioneveneto.veasyt.com/aulss1-videoinformativi indicazioni, per fare quale esempio, su come accedere al ProntoSoccorso e su come richiedere le impegnative di cura domiciliare.

Come accedere al Pronto Soccorso? Come prenotare le visite? Come richiedere le impegnative di cura domiciliare? L’Ulss Dolomiti, nell’ambito di un più ampio progetto regionale, ha realizzato e pubblicato dei video informativi tradotti in lingua dei segni per favorire l’accesso alle strutture delle persone sorde. La tecnologia, infatti aiuta a superare le barriere.

I temi affrontati nei messaggi informativi, pubblicati al link https://regioneveneto.veasyt.com/aulss1-videoinformativi, raccontano: cosa è bene sapere prima di accedere al Pronto Soccorso; come prenotare le visite; l’importanza della prevenzione e della vaccinazione; come richiedere le impegnative di cura domiciliare; quali sono i servizi dedicati alle persone con disabilità; cosa offrono i servizi per l’infanzia, adolescenza e famiglia; cosa offre il servizio per le dipendenze; cosa offre l’assistenza domiciliare; cosa offre il servizio di integrazione lavorativa.

Infine, un video spiega come utilizzare il servizio di video interpretariato in lingua dei segni italiana (LIS) per facilitare il dialogo tra personale medico, infermieristico e amministrativo e i cittadini sordi che si recano presso gli ambulatori, uffici o pronto soccorso.

Il servizio di video-interpretariato garantito da “VEASYT Live!”, spinoff dell’Università Ca’ Foscari Venezia, permette di fruire dell’interprete di LIS da computer, tablet o smartphone in videochiamata. Dalla richiesta di necessità del servizio, il video-interprete risponde entro pochi secondi ed è immediatamente disponibile a supportare il dialogo medico-paziente sordo.

Considerate le particolari caratteristiche del territorio bellunese, fornire un servizio di video-interpretariato da remoto significa abbattere le barriere organizzative dell’interpretariato LIS e accorciare le distanze, continuando a garantire qualità e professionalità. Questo è possibile grazie all’applicazione di innovazioni tecnologiche in ambito socio-linguistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: