Belluno °C

mercoledì 7 Dicembre 2022,

A Pieve Bernard Aikema presenta Jheronimus Bosch

L'appuntamento è sabato 26 novembre nella sala della Magnifica Comunità.

Un altro evento, dopo la presentazione dell’Assunta dei Frari di Tiziano restaurata, viene offerto agli appassionati d’arte del Cadore: la mostra milanese dedicata a Jheronimus Bosch, aperta da pochi giorni, ma già registra uno straordinario afflusso di pubblico. Sarà presentata a Pieve nel Palazzo della Magnifica Comunità di Cadore dal suo ideatore, Bernard Aikema. Lo studioso olandese, a cui si deve l’impostazione metodologica della ricerca della Fondazione Tiziano, dimostra come il pittore fiammingo appartenga a uno dei Rinascimenti europei che si sono sviluppati accanto a quello italiano, proponendo una revisione del Rinascimento, il momento in cui è nato il mondo moderno. Nella sua recente pubblicazione I Rinascimenti in Europa 1480-1620 Arte, geografia e potere (Scheiwiller) argomenta l’esistenza di rinascimenti “alternativi” di estrazione popolare, trascurati dalla storiografia ufficiale, a quelli raffinati, sperimentali ed “eccentrici”. A tale contesto appartiene Bosch.

Così la mostra di Palazzo Reale è un viaggio nel fantastico, il risultato di un progetto culturale ambizioso di cooperazione internazionale. Aikema ripercorrerà la mostra soffermandosi su alcuni capolavori esposti per dimostrare come l’altro Rinascimento abbia influenzato i pittori italiani, Tiziano compreso. L’incontro, vede la collaborazione tra la Fondazione Centro Studi Tiziano e Cadore, il Comune di Pieve e la Magnifica Comunità, nella cui Sala avrà luogo sabato 26 novembre, con inizio alle ore 17.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: