Belluno °C

giovedì 8 Dicembre 2022,

Ecomont, contributo per la raccolta dei rifiuti elettrici ed elettronici

Si tratta di 30 mila euro del Bando Raee che serviranno per adeguare il Centro di raccolta di Santo Stefano di Cadore.

Ecomont ha ottenuto un finanziamento per il Centro di raccolta di Santo Stefano di Cadore (loc. Ponte della Lasta) di 30.000 euro (per un costo totale del progetto proposto di 46.819 euro) del Bando Raee (Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) promosso da Anci, Produttori di Aee, Associazioni delle aziende di raccolta e Centro di coordinamento Raee e pubblicato lo scorso 6 giugno. Il progetto presentato dall’Ufficio tecnico di Ecomont è risultato quarto in graduatoria su un totale di 82 progetti ammessi sulle 134 candidature trasmesse. Lo ha comunicato il presidente di Ecomont srl, Ivan Dalla Marta, in seguito alla ricezione della lettera di comunicazione di ammissione al contributo “Bando del 6 giugno 2022”.

Il contributo sarà destinato alla realizzazione di tettoie metalliche per lo stazionamento di elettrodomestici ed elettronica di consumo di piccola e media taglia (televisioni, monitor e piccoli elettrodomestici) e rifacimento di una parte della viabilità di accesso in prossimità del cancello principale (circa 650 mq complessivamente). Il finanziamento coprirà anche l’installazione di nuova cartellonistica informativa interna per gli utenti e la sostituzione del cancello principale.

«È un risultato importante conseguito grazie all’impegno dei tecnici della società, sempre pronti a cogliere le opportunità offerte perché andiamo ad intervenire su un ecocentro che abbiamo preso in gestione solo lo scorso anno (con l’entrata dell’Unione Montana Comelico in società, ndr) e che necessitava di importanti interventi per aumentare la fruibilità da parte degli utenti e facilitare la movimentazione dei contenitori e il controllo da parte degli operatori. Il contributo quindi ci permette di realizzare in tempi relativamente brevi una serie di interventi che avevamo già in programma. Nello specifico sarà possibile implementare il servizio di raccolta dei rifiuti elettronici, contribuendo a ridurre la loro dispersione nell’ambiente e aumentare la raccolta differenziata. Nei prossimi giorni sottoscriveremo un’apposita Convenzione per dare avvio al nostro progetto», ha spiegato ancora Dalla Marta, «che dovrebbe concludersi entro la primavera 2023.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: