Belluno °C

martedì 18 Giugno 2024,

Il Cai Veneto aderisce alla manifestazione «Pista da bob – ultima chiamata»

Si terrà domenica 24 settembre a Cortina

Il Club Alpino Italiano del Veneto, per voce del presidente Renato Frigo, prende posizione in modo forte e netto contro la realizzazione della nuova pista da bob a Cortina e comunica l’adesione alla manifestazione «Pista da bob – ultima chiamata» che si terrà domenica 24 settembre alle 10.30 in piazza Dibona a Cortina d’Ampezzo, promossa dal gruppo consiliare comunale Cortina Bene Comune guidato da Roberta De Zanna. Ecco il testo integrale.

In data 13 settembre 2023 dopo un ennesimo non positivo incontro tra le associazioni di protezione ambientale, tra cui il Club Alpino Italiano con la Fondazione Milano Cortina 2026 e con la Società Infrastrutture Milano Cortina è stato abbandonato il tavolo concertativo ritenendo che: La sostenibilità delle opere non è in alcun modo rispettata, sia per gli interventi programmati sia per una serie di opere accessorie; la VAS è in fase di elaborazione ed è focalizzata solo ed esclusivamente sugli eventi dei Giochi, senza avere una visione globale dei vari siti, Che i costi preventivati sono progressivamente aumentati, senza considerare i costi di gestione delle opere post Olimpiadi; soluzioni alternative alla costruzione ex novo neppure prese in considerazione. Opere pensate per un evento e non per dare valore aggiunto al territorio e alla popolazione locale. Ulteriore aspetto disatteso: la partecipazione ai tavoli di confronto dei portatori di interesse, che sono stati esclusi.
Il Club Alpino Italiano, attraverso il Gruppo Regionale Veneto e la Commissione Interregionale Tutela Ambiente Montano Veneto Friuli Venezia Giulia, aderisce alla manifestazione “Pista da bob – ultima chiamata” di domenica 24 settembre 2023 ore 10.30, p.zza Dibona a Cortina d’Ampezzo, ritendo questo un momento di forte sensibilizzazione, innanzitutto dei cittadini di Cortina che subiranno un “devastante” cambiamento dell’ambiente e del paesaggio, che della qualità di vita, che provocherà un aumento della fuga da questo territorio, basti pensare che dal 2017 al 2022 la popolazione di Cortina è diminuita di 223 abitanti passando da 5850 a 5627. Una sensibilizzazione di tutte quelle persone, amanti della montagna affinché prendano coscienza che un giusto sviluppo dell’economia montana, non debba passare con la distruzione del nostro patrimonio naturale e trasformi la montagna in un luna park.

1 commento

  • Posizione chiara e molto opportuna !
    I politici che devono decidere in merito alla pista da bob dovrebbero tenerla nella dovuta considerazione, ricordando che esiste una rete vastissima di sentieri (fondamentali per il turismo) mantenuti in gran parte grazie ai volontari del Cai e dai veri amanti della montagna, che non vogliono questo scempio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d