Belluno °C

lunedì 26 Febbraio 2024,

Il fittissimo calendario di Tib Teatro

Molte date a Belluno ma soprattutto nei teatri di tutta l’Italia. Un progetto al Catullo (Nella foto Daniela Nicosia)

È ripresa con un tutto esaurito al Teatro di Castelfranco Veneto la tournée invernale degli spettacoli prodotti da Tib Teatro, trentennale struttura teatrale bellunese. Dopo la permanenza di tre giorni a Gradisca dello spettacolo di teatro contemporaneo «La Nave Dolce», domenica è stata la volta dello storico «Pierino e il Lupo», con al suo attivo più di 300 repliche, che nelle prossime settimane verrà programmato in più teatri delle Marche, per poi cedere il passo a «C’era due volte un cuore» in Friuli e allo spettacolo pluripremiato «Alberto Manzi: storia di un maestro», ad Albavilla vicino Como, ed ancora a Perfetta nel vicentino e a Padova. Il mese si concluderà con la lunga permanenza di «Ulisse», altra storica produzione della compagnia bellunese, in Emilia Romagna, da Pavullo a Piacenza.

In dicembre il tour degli spettacoli prodotti da Tib ripartirà da Bologna con più repliche di «C’era due volte un cuore», che proseguirà il suo tour in Trentino e in Romagna a Ravenna per concluderlo il 23 dicembre a Verona. A Bologna tornerà anche lo spettacolo dedicato ad Alberto Manzi, programmato nel capoluogo emiliano dal Teatro Testoni – Sala Centofiori, per la seconda stagione, a grande richiesta, dopo il successo riscosso nell’autunno del ‘22. Spettacolo che sarà ospitato sempre in dicembre anche a Milano al Teatro Verdi, di recente restaurato e riaperto al pubblico. In tour anche lo spettacolo «Kirghizistan Boy», coprodotto da Tib con Pandemonium, con Walter Maconi, che aprirà il 23 di novembre l’imminente stagione serale del Comunale di Belluno «Giovedì Giovani H.21»: storia di una relazione madre-figlio e di un sorprendente viaggio salvifico per entrambi tra le distese del Kirghizistan. Tutti spettacoli firmati per il testo e la regia da Daniela Nicosia, direttrice artistica di Tib Teatro.

Intanto è annunciata a Belluno, sempre per Giovedì Giovani H.21 l’anteprima martedì 19 dicembre al Comunale, di «Naufragio» per la regia di Alessandro Businaro, regista veneto under 35, già assistente di Antonio Latella, che ha al suo attivo spettacoli prodotti per lo Stabile del Veneto e la Biennale di Venezia. In scena due giovani talenti bellunesi, Grazia Capraro e Vassilij Gianmaria Mangheras, impegnati per «Naufragio» nel ritratto dettagliato di una relazione. Lui e Lei, costretti a guardarsi in faccia, a ripercorrere ciò che è stato e a immaginare ciò che avrebbe potuto essere. Le prove si svolgeranno presso la Casa delle Arti-Spazio Ex nel corso di questo mese.

Col nuovo anno tutti gli spettacoli riprenderanno una nutrita tournée che toccherà Roma, Lecce, Parma, Ferrara, Lecco, Pisa, San Miniato, Fermo, Verbania, Cuneo, Brescia e Torino. Dopo lo straordinario successo di «Qualcuno Cantava…» di Daniela Nicosia per il «Progetto Vajonts 23» curato da Marco Paolini, con trenta attori, andato in scena alla Casa delle Arti il 9 e 10 ottobre, ora nello stesso spazio che ospiterà le prove di «Naufragio» sono ripresi i corsi della scuola di Teatro AttoZero, per alcuni dei quali, sempre sul tema del Vajont, è previsto un debutto col nuovo anno. All’esordio il 14 e il 15 novembre anche le nuove stagioni curate da Tib al Comunale e al varo anche numerosi laboratori presso gli istituti scolastici, in particolare per l’Istituto Catullo gli artisti lavoreranno con gli studenti sul tema del Bullismo e del Cyberbullismo nell’ambito di un progetto realizzato col sostegno del Fondo 8×1000 della Chiesa Valdese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d