Belluno °C

martedì 18 Giugno 2024,

Festeggiati i 50 anni di attività dell’Enaip Veneto a Feltre ►FOTO

L’anniversario celebrato insieme agli studenti di ieri e di oggi, alle famiglie, alle istituzioni e alle imprese (nella foto Céline Masset, responsabile della sede di Feltre, e Giorgio Sbrissa, amministratore delegato di Enaip Veneto).

È stata una vera e propria “festa di comunità” quella che si è svolta ieri sera per celebrare i cinquant’anni di Enaip Veneto di Feltre nella cornice della storica birreria Pedavena. Circa 250 i presenti tra studenti, famiglie, operatori, formatori, di oggi e di ieri, che in questi anni hanno contribuito alla vita e alla crescita della scuola. Ma non solo, tra gli ospiti anche le istituzioni del territorio e numerosi imprenditori che collaborano sin dalle origini con l’ente di formazione professionale, tra cui Gianpaolo Bottacin, assessore all’Ambiente e Protezione Civile della Regione del Veneto, Roberto Padrin, presidente della Provincia di Belluno, Viviana Fusaro, sindaca di Feltre, Gianfranco Refosco, segretario generale di Cisl Veneto, e Pietro Ranon, presidente provinciale delle Acli di Belluno.

Una storia lunga quella dell’ente di formazione veneto a Feltre, iniziata nei primi anni ‘70 nella sede delle Acli con un primo corso per “segretarie e dattilografe” che in breve si estende a quattro, incentivando così l’occupazione della popolazione femminile nel settore terziario e impiegatizio, all’epoca in forte espansione. Nel 1972 la formazione professionale vive un passaggio epocale con il trasferimento delle competenze dal Ministero del Lavoro alle Regioni, ed Enaip coglie un altro bisogno emergente dal tessuto economico del territorio: la necessità di formare giovani capaci di inserirsi con competenza, cultura e professionalità nel mondo alberghiero e della ristorazione. Presso la Casa dello studente si organizzano i primi corsi per cuochi e camerieri. Nel 1973 si inaugura la prima sede ufficiale in via Piave. Da allora l’ente ha consolidato la propria presenza nel Bellunese, ampliando sempre più l’offerta formativa: forte della capacità di leggere le esigenze del territorio e la loro evoluzione, grazie anche alle numerose sinergie con gli attori locali, contribuisce da allora allo sviluppo sociale ed economico della comunità.

Sempre attento alla crescita dei giovani, sia professionale che personale, Enaip è tra i primi enti a organizzare negli anni ‘80 corsi per ragazzi con disabilità finalizzati all’inserimento lavorativo.
È il 2009 quando, dalla sede di via Stella Maris che ospitava l’ente dal 1992, Enaip si trasferisce nella sua “casa” attuale all’interno del campus «Tina Merlin»: un complesso di 2.800 mq con sei aule didattiche, cinque laboratori attrezzati (tecnici e digitali), uffici e sale riunioni. Il campus è condiviso con l’Università di Padova e rappresenta un hub unico nel suo genere per l’offerta formativa del Feltrino.

Sono oltre 5mila i giovani allievi formati nelle aule e nei laboratori del centro Enaip di Feltre dal 1973 a oggi. L’anno scolastico in corso conta 95 studenti iscritti (dai 14 ai 18 anni) che frequentano i corsi per “operatore del benessere” e “operatore alla ristorazione” con indirizzo cucina e indirizzo sala e bar. Ad arricchire la didattica anche il quarto anno per conseguire il diploma professionale di “tecnico di cucina e di servizi di sala e bar”.
L’offerta formativa dell’ente si completa inoltre con i corsi di specializzazione dedicati agli adulti e con numerosi servizi per il lavoro a partire dall’orientamento, il bilancio delle competenze fino all’inserimento lavorativo per disoccupati o inoccupati.

«Dobbiamo essere fieri della nostra storia – ha sottolineato Giorgio Sbrissa, amministratore delegato di Enaip Veneto – e della nostra capacità di rispondere sempre ai veloci mutamenti del mondo del lavoro e da quelli dettati dal tessuto economico della nostra regione. Negli anni la nostra formazione non è solo cambiata ma sì è evoluta al passo con quanto richiesto dall’Europa stessa, a partire dalle competenze indispensabili a tradurre concretamente le transizioni green e digitali delle imprese. I nostri valori però sono rimasti invariati – ha poi concluso Sbrissa –: l’alta qualità della didattica, l’attenzione e l’ascolto dei bisogni dei giovani, l’inclusività delle nostre scuole sono e restano le pietre miliari di Enaip Veneto».

Céline Masset, responsabile della sede Enaip Veneto di Feltre da un anno, ha detto: «Da parte mia non posso che ringraziare tutti i miei predecessori che con forza, determinazione e coraggio hanno reso possibile il percorso fatto fino a oggi. Qui ho trovato una squadra davvero competente e solida, e insieme ora siamo proiettati al futuro. Internazionalizzazione e sostenibilità sono le nostre parole chiave: vogliamo che i nostri studenti possano vivere sempre più esperienze all’estero nel loro percorso di studio e stiamo riducendo con interventi mirati l’impatto ambientale dei laboratori e delle aule, un esempio importante per tutti i nostri ragazzi».

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d