Belluno °C

giovedì 30 Maggio 2024,

Morto a 32 anni don René

Il giovane sacerdote aveva recentemente prestato servizio presso le comunità cristiane di Zoldo e Zoppé durante il periodo natalizio.

Ha suscitato sorpresa e cordoglio la notizia, giunta nella sera di lunedì 8 aprile, della scomparsa di don René Gaston Ayihi Tsimi, prete della diocesi di Obala (Camerum) e studente presso la Pontificia Accademia ecclesiastica di Roma, morto nella Capitale a seguito di una improvvisa, veloce e aggressiva malattia, ad appena 32 anni di età.
Il giovane sacerdote aveva recentemente prestato servizio presso le comunità cristiane di Zoldo e Zoppé durante l’intenso periodo natalizio, facendosi da subito apprezzare per le sue doti umane e intellettuali.

«Recisa, come il fiore del campo» – così si legge sull’ultimo foglietto domenicale pubblicato dalla parrocchia – «ci appare la vita di don René: prete buono e intelligente, lo abbiamo apprezzato nel corso dei venti giorni che ha passato fra noi. Bravo a predicare, garbato nel tratto; possiamo davvero dire che è stato per noi un dono». Un ricordo che si è fatto preghiera.

Le esequie sono in programma nella mattinata di domani, sabato 13, presso la Basilica romana di Santa Maria sopra Minerva, adiacente all’istituto che da secoli forma il corpo diplomatico della Santa Sede. A questo particolare e prezioso servizio si stava infatti formando don René, insieme a vari colleghi provenienti da tutto il mondo, fra cui il longaronese don Luca Sartori.

2 commenti

  • Uu vivo cordoglio alla comunità per la scomparsa di don René, fino al 2022 anche nella mia parrocchia avevamo 2 preti studenti di colore che venivano da Roma ad affiancare il parroco nel periodo estivo, Natale e Pasqua. Un valido aiuto e sempre ben accettati dai parrocchiani. Buon viaggio don René.

  • Condoglianze e preghiere per don Rene’. Sono stato anch’io di aiuto per 4 anni: ottobre 2017-……
    ottobre2021 a Zoldo e Zoppe’…Sono belle comunita’ ma con distanze considerevoli. Un abbraccio a TUTTI con AFFETTO e RICONOSCENZA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d