Belluno °C

giovedì 30 Maggio 2024,

Calcio, la Dolomiti Bellunesi in casa della capolista Legnago

La partita, valida per il campionato di Serie D, è in programma domani, domenica 12 marzo, alle ore 14.30 (foto di Giuseppe De Zanet).

Domani, domenica 12 marzo la Dolomiti Bellunesi sarà in provincia di Verona, a Legnago, dove alle 14.30 affronterà la formazione capolista del girone C della Serie D, squadra che, fino alla scorsa primavera, navigava fra i professionisti e il cui terreno di gioco in questa stagione è ancora inviolato (l’arbitro designato per l’incontro è il cagliaritano Enrico Cappai).

In casa dolomitica non mancano i problemi di formazione perché se da un lato sono ristabiliti Thomas Cossalter e capitan Corbanese, dall’altro è in forte dubbio Tuninetti, a centrocampo, mentre la difesa sarà orfana di Sebastiano Sommacal a causa di un colpo al naso ricevuto in allenamento. Ai box pure Lautaro Fernandez, alle prese con un infortunio alla clavicola: «Dobbiamo andare oltre – commenta mister Diego Zanin – anche perché possiamo contare su giocatori molto duttili. E proprio la duttilità è una caratteristica fondamentale, come dimostrato domenica scorsa nella sfida col Montecchio. Non resta che stringere i denti e ottimizzare competenze e qualità per raggiungere il prima possibile la quota salvezza».

Il Legnago di Massimo Donati è reduce dallo 0-2 di Bolzano con la Virtus: «Ogni partita ha le proprie insidie – riprende Zanin – sono i momenti della stagione a condizionare maggiormente una prestazione e a indirizzare i risultati. Puoi affrontare una compagine in forma strepitosa, ma non di alta classifica, oppure un avversario di spessore che però vive una fase di difficoltà. A incidere sono tanti fattori. Detto questo, il Legnago ha una struttura societaria e uno staff da serie C, mentre l’organico è costruito per compiere il salto. Noi, comunque, dobbiamo essere consapevoli delle nostre capacità e rendere la vita difficile alla prima della classe. Ci sono in palio dei punti che a noi interessano e non poco».

A proposito di punti, i tre ottenuti col Montecchio Maggiore, a Sedico, hanno riportato serenità: «La prova di domenica scorsa mi ha soddisfatto parecchio. L’unico neo è che ci siamo espressi su buoni livelli per 80 minuti, mentre dobbiamo farlo per 100. In ogni caso, nonostante infortuni e imprevisti, ho visto un collettivo sul pezzo e che ha rispettato le consegne».

Tornando alla trasferta in terra veronese, mister Zanin si aspetta un ulteriore passo avanti: «Al gruppo chiedo continuità. E di non sedersi dopo una vittoria. Vogliamo compiere un ulteriore step, di fronte a un avversario che ha tante qualità e ci farà soffrire. Dovremo buttare il cuore oltre l’ostacolo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d