Belluno °C

martedì 18 Giugno 2024,

Famiglia Feltrina, il premio «San Vittore» 2023 a Gabriele Gabrielli

Nella foto Gabriele Gabrielli, ultimo a destra, con i ragazzi della città ungherese gemellata di Kiskunfélegyháza, ricevuti alcune settimane fa in municipio a Feltre.

Il Consiglio direttivo della Famiglia Feltrina, riunitosi nei giorni scorsi, ha deciso di assegnare il premio «Santi Martiri Vittore e Corona» 2023 al quasi novantenne Gabriele Gabrielli che ha contraddistinto con la sua attività professionale, associativa e pubblica ampi tratti della vita sociale feltrina, e non solo, degli ultimi decenni.

Accanto al ruolo “privato” di marito, padre e nonno, Gabrielli si è impegnato a fondo nella sua “mission” di insegnate, tanto da essere universalmente riconosciuto come “il maestro”. Una passione, quella per l’educazione dei ragazzi, dentro e fuori le aule della scuola, che ha trasfuso a piene mani in un altro ambito molto importante del suo vissuto, ovvero quello dello sport, e in particolar modo del rugby. Vero pioniere della palla ovale, è stato ed è tuttora anima del Rugby Feltre, nel quale dal lontano 1954 ha ricoperto diversi ruoli, da quello di giocatore, a quello di allenatore in diverse categorie, sino a quello di dirigente; a tutt’oggi ricopre l’incarico di vicepresidente.
Non può essere peraltro dimenticato il suo impegno per la collettività anche nell’amministrare la “cosa pubblica”, come ha fatto nel ruolo di primo cittadino di Seren del Grappa, comune nel quale attualmente risiede, dal 1999 al 2004.
Un’altra grande passione, quella per la musica, lo ha visto interprete della Banda Città di Feltre, alla quale ha dato il proprio apporto sino dagli anni Cinquanta, contribuendo, poi, in maniera decisiva alla sua rinascita negli anni Ottanta.

Di Gabriele Gabrielli va però sottolineata anche una visione civica e civile a largo spettro, che lo ha portato a spendersi convintamente per la causa europeista. È stato fondatore, assieme al compianto don Giulio Perotto, del gruppo di lavoro per la creazione dei rapporti di amicizia con città straniere, tanto da divenire in seguito il primo presidente del Comitato comunale dei gemellaggi di Feltre. Anche in questo caso un antesignano, fin da quando, nei primi anni Sessanta, si adoperava tagliando il continente in lungo e in largo per stringere patti di amicizia con i francesi di Bagnols-sur-Cèze, i tedeschi di Braunfels, gli spagnoli di Carcaixent, gli inglesi di Newbury e via di seguito.

«Difficilmente avremmo potuto individuare una figura che meglio rappresenti ed unisca l’insieme di doti umane e di virtù civiche che il premio “Santi Martiri Vittore e Corona” intende rappresentare, rispetto a quella del maestro Gabriele Gabrielli», sottolinea il presidente di Famiglia Feltrina, Enrico Gaz. «In Gabrielli il Consiglio di Famiglia Feltrina ha riconosciuto, e vuole sottolineare con l’attribuzione di questo riconoscimento, un amore per la propria comunità locale che si è tradotto e si traduce in opere concrete, in servizio fattivo, soprattutto a vantaggio delle giovani generazioni. Siamo particolarmente lieti di conferirgli il premio in questo 2023, anno che segna simbolicamente la piena rinascita di tutte le attività sociali, culturali e sportive dopo la lunga parentesi della pandemia».
La cerimonia di consegna del premio «San Vittore» si svolgerà nella mattinata di domenica 7 maggio alle ore 11 nella Sala degli Stemmi del municipio di Feltre, come vuole la tradizione. La figura di Gabriele Gabrielli sarà presentata dall’avvocato Giovanni Pelosio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d