Belluno °C

lunedì 26 Febbraio 2024,

Primo giorno di scuola, Padrin al Catullo

Il presidente della Provincia ha portato il saluto in una delle scuole superiori di competenza di Palazzo Piloni

«Abbiamo bisogno di voi, delle vostre capacità, dei vostri sorrisi e del vostro entusiasmo». Il presidente della Provincia di Belluno, Roberto Padrin, ha concluso così il suo saluto agli studenti nel primo giorno di scuola, portato quest’anno all’istituto Catullo. Come da tradizione, la Provincia ha voluto salutare, per la prima campanella dell’anno, i ragazzi di una delle scuole superiori di competenza provinciale. L’anno scorso il primo giorno era stato “salutato” a Falcade.

Il presidente ha fatto una carrellata degli interventi messi in campo dall’amministrazione provinciale negli ultimi anni nell’edilizia scolastica. E si è concentrato anche sui cantieri Pnrr appena partiti o di prossima partenza, che valgono circa 40 milioni di euro.

«Ogni intervento edile comporta dei disagi, ma abbiamo cercato di ridurli al minimo studiando fasi di cantiere tagliate su misura sulle attività didattiche, e acquistando moduli prefabbricati per dare spazi alle scuole interessate dai cantieri», ha detto il presidente Padrin. «Da parte della Provincia c’è uno sforzo particolare a garantire spazi adeguati, scuole sicure e accoglienti. Il resto lo fanno le comunità scolastiche, fatte di ragazzi, insegnanti e personale amministrativo e Ata. A loro auguro un anno sereno e produttivo, ricco di soddisfazioni, di apprendimento ma anche di esperienze formative arricchenti, di amicizie, di socializzazione. In un territorio che da decenni fa i conti con lo spopolamento, le ragazze e i ragazzi sono la nostra grande ricchezza».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d