Belluno °C

lunedì 26 Febbraio 2024,

Belluno, iniziativa per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

L’appuntamento è con il camper “Fuori Posto” domenica 12 novembre dalle 10 fino alle 18 all’interno della tradizionale “Fiera di San Martino” a Belluno (a lato del Teatro Comunale).

L’Ulss Dolomiti, con i Servizi infanzia, adolescenza e famiglia, con i Consultori familiari di Belluno e di Feltre e in collaborazione con il Dipartimento per le dipendenze (Serd), organizza per tutti i bambini e ragazzi un’iniziativa per promuovere la vicinanza e la presenza dei Servizi nel territorio, in occasione della Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. L’appuntamento è con il camper “Fuori Posto” domenica 12 novembre dalle 10 fino alle 18 all’interno della tradizionale “Fiera di San Martino” a Belluno (a lato del Teatro Comunale). All’iniziativa hanno aderito varie realtà locali quali gli Istituti scolastici, la Scuola di Estetica-Centro Consorzi e l’Istituto Catullo, l’Unicef e l’Associazione Dafne che si occupano dell’infanzia e dell’adolescenza.

Saranno proposte alcune attività: dal “truccabimbi” per i più piccoli ad opera degli studenti della Scuola di Estetica, ai giochi in scatola, al percorso stradale con occhiali che simulano gli effetti del tasso alcolemico alterato per i ragazzi. Per l’occasione saranno distribuiti anche dei frisbee con il logo realizzato in collaborazione con gli studenti del Liceo Artistico «Catullo» e rappresentativo dei risultati raccolti dai questionari compilati dai ragazzi.

Gli operatori saranno, inoltre, a disposizione per fornire informazioni sulla prevenzione dei comportamenti a rischio per la salute psicofisica, sui Servizi dedicati all’infanzia e adolescenza e sull’operato delle associazioni coinvolte.
A partire dalle 15.30 l’Associazione Dafne proporrà la proiezione di tre cortometraggi presso la Piadineria La Caveja.

Il diritto che i ragazzi sentono più importante è la libertà di espressione nella quale si racchiude il loro bisogno di comprensione, di essere ascoltati e considerati. A dimostrarlo sono i dati raccolti da circa 350 questionari compilati dai ragazzi sul tema dei diritti durante alcune uscite organizzate nel periodo estivo con i Consultori familiari e il camper “Fuori Posto”, già attivato da tempo dal Serd per avvicinarsi al mondo giovanile con l’intento di promuovere i diritti dei minori in termini di raccolta della voce dei ragazzi, di informazione rispetto ai servizi territoriali a loro dedicati e prevenzione diretta rispetto ai comportamenti a rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d