Belluno °C

lunedì 26 Febbraio 2024,

«Le Rondini di Moccone», le figlie presentano il libro

Appuntamento agli Eddini (Mondadori Bookstore) martedì 21 novembre alle 18

La libreria “degli Eddini” Mondadori Bookstore di via Mezzaterra a Belluno presenta il libro di Gino Sinatra «Le Rondini di Moccone. Memorie di un’infanzia in Calabria», Overview editore. Sarà una conversazione con le figlie dell’autore, nato a Corigliano Calabro nel 1925 e morto a Belluno nel 1992. L’appuntamento è per martedì 21 novembre alle 18.

Gino Sinatra è in realtà l’anagramma del vero nome, scelto dalle figlie quasi per rispetto della riservatezza dell’autore. Siamo nella Calabria degli anni Trenta del Novecento, in pieno ventennio fascista. Orfano dalla nascita e cresciuto dai nonni materni, “Gino” conduce il lettore in un mondo ormai scomparso, descritto sinteticamente attingendo dalla propria memoria. In un turbinio di vicende familiari e di vicini di casa, di vetturini e di ferrovieri, di compagni di scuola e di maestri, l’autore ci conduce alla scoperta di squarci di vita intima e sociale, tra descrizioni di giochi di strada, sfilate di balilla, preparazione di dolci tradizionali, amori e turbamenti giovanili: attimi di quotidianità recuperati dalla ragnatela dei ricordi e fissati sulla pagina con piglio neorealista. Il racconto è poetico e spiritoso, filtrato dallo sguardo di un ragazzino riservato cresciuto tra la protezione di una nonna affettuosa e il timore del nonno iracondo, tra i profumi della buona cucina calabrese e quelli dei boschi della Sila. Dopo gli studi universitari si spostò definitivamente a Belluno, dove visse dagli anni Sessanta.

Dopo molti anni dalla sua scomparsa, le figlie hanno sentito il bisogno di redigere una versione ridotta di un più lungo racconto autobiografico – una selezione tra i tanti materiali rimasti – per ricordare e far rivivere il padre che, per anni, a cavallo dei decenni Settanta e Ottanta, hanno visto ore e ore al tavolino, davanti alla vecchia macchina per scrivere – un pacchetto verde di Nazionali accanto – riempire pagine e pagine di leggeri fogli gialli. «Modesto e parco come un asceta – diceva di aver bisogno solo di una stecca di sigarette e di un chilo di pere – rifiutò sempre agi e lussi, considerando le risorse della mente e del cuore le uniche ricchezze a cui aspirare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d