Belluno °C

lunedì 26 Febbraio 2024,

Paolo Doglioni nella Giunta della Confcommercio nazionale

Il presidente di Confcommercio Belluno (nella foto) è entrato a farvi parte in qualità di invitato permanente in rappresentanza della montagna.

Durante il Consiglio di Confcommercio tenutosi nella sede romana oggi, martedì 28 novembre, il presidente nazionale Carlo Sangalli ha comunicato in via ufficiale l’ingresso di Paolo Doglioni, presidente di Confcommercio Belluno, nella Giunta della Confederazione in qualità di invitato permanente. Sangalli ha voluto così dare prova dell’attenzione che Confcommercio attribuisce al ruolo di «Incaricato per le politiche della montagna» che Doglioni ricopre da quando è stato designato al Tavolo Nazionale istituito dall’allora ministro Gelmini per l’elaborazione del disegno di legge quadro per le aree montane.

«Ringrazio il presidente Sangalli e i colleghi del Consiglio per questo incarico», riferisce Doglioni. «Sono orgoglioso di avere contribuito a portare il tema della montagna tra gli obiettivi strategici delle politiche associative, ma sono anche consapevole del lavoro che mi aspetta, oggi più di ieri. Ho già iniziato una serie di incontri con i presidenti delle province che vivono con particolare interesse il tema della montagna, partendo naturalmente dall’arco alpino. La scorsa settimana ho avuto un interessante incontro con Giovanni Da Pozzo di Udine e ho già in agenda analoghe riunioni a Bolzano e Sondrio per poi allargare progressivamente il raggio di azione delle interlocuzioni. Sarà fondamentale lavorare per dare concreta attuazione ai principi ispiratori della legge quadro della montagna che speriamo trovi presto definitiva applicazione, ma che dovrà poi tradursi in azioni concrete anche per le imprese, con specifica attenzione per il comparto del turismo e del commercio».

«Non mi stancherò mai di ribadire – conclude il presidente di Confcommercio Belluno – la valenza economica ma soprattutto sociale delle microimprese del terziario nelle zone alpine, veri e propri “baluardi” contro lo spopolamento e punto fermo per garantire la possibilità dei nostri giovani di restare a popolare i nostri magnifici territori».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d