Belluno °C

lunedì 26 Febbraio 2024,

Domani neve, rischio gelicidio

Venerdì coperto con precipitazioni, sabato tendenza a schiarire

Il Centro Valanghe Arpav di Arabba prevede per domani, giovedì 30 novembre, cielo molto nuvoloso o coperto con qualche residua ed irregolare schiarita fino al primo mattino. Tra la notte e il mattino probabili precipitazioni diffuse (70-90 %), deboli su Prealpi, molto deboli su Dolomiti, nel pomeriggio sparse e intermittenti molto deboli o deboli (30-50%) in possibile nuova estensione dalla serata. Limite neve a fondovalle su Dolomiti, e inizialmente anche su Prealpi dove sarà in graduale marcato rialzo fin attorno i 1900-2100 m nel pomeriggio/sera specie nei settori esposti alla Pianura, mentre su Dolomiti il rialzo sarà più graduale e a quote inferiori, attorno a 1000 m in ulteriore rialzo dalla sera. Nelle 24 ore sono attesi mediamente 10-20 mm su Prealpi e 3-7 mm su Dolomiti. Non escluso in qualche fondovalle temporaneo fenomeno di gelicidio (pioggia che gela al suolo). Le temperature saranno in generale aumento, più marcato su Prealpi. Venti in quota moderati o tesi da sudovest, anche forti sulle cime più elevate e settori prealpini.

Venerdì 1 dicembre molto nuvoloso o coperto ovunque. Precipitazioni possibili a tratti durante tutta la giornata localmente moderate su Prealpi (70-90%), deboli o molto intermittenti su Dolomiti fino al pomeriggio poi in intensificazione e possibile anche sottoforma di rovescio nel Limite neve su Prealpi confinato alle cime più elevate durante i rovesci più intensi, su Dolomiti in forte rialzo al mattino fin oltre i 2000 m, in calo dalla sera. Attesi, nelle 24 ore, mediamente 15-30 mm su Dolomiti con altrettanti cm di neve oltre i 2000-2300 m, 25-50 mm su Prealpi. Temperature in generale marcato aumento in giornata, in calo in quota dal pomeriggio/sera. Venti in quota tesi/forti da sudovest, deboli variabili nelle valli.

Sabato 2 dicembre fino al mattino molto nuvoloso con possibili precipitazioni sparse anche sottoforma di rovescio con limite neve in graduale calo a fine evento attorno i 1000 m. A seguire tendenza a schiarite con qualche annuvolamento e non escluso qualche ulteriore debole nevicata nel pomeriggio. Temperature in generale calo, anche marcato in quota con minime raggiunte in serata. Venti in quota al mattino deboli/moderati poi in rinforzo e rotazione da nordovest nel pomeriggio/sera, deboli variabili nelle valli con qualche rinforzo dalla sera.

1 commento

  • Di questi tempi è fondamentale l’indicazione: “fenomeno di gelicidio (pioggia che gela al suolo)”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d