Belluno °C

domenica 3 Marzo 2024,

Monte Grappa, la memoria della guerra per la costruzione della pace

Avviato dall’Istituto Comprensivo Fonzaso e Lamon un progetto che si propone di aumentare la conoscenza del territorio e di creare un rapporto nuovo con la montagna (nella foto la lezione di Davide Pegoraro)

Un progetto dedicato al Monte Grappa, creato in modo da sottolineare la relazione tra l’uomo e la natura, nella piena consapevolezza di essere parte di un territorio che ha segnato la storia della nostra nazione. Un progetto teso a valorizzare il territorio del Monte Grappa, inteso come Riserva della Biosfera Mab Unesco, attraverso la natura, i sentieri, lo sport, l’agricoltura, i vecchi mestieri. Un progetto che richiama la memoria della guerra per la costruzione della pace.

Partendo da questi contenuti, l’Istituto Comprensivo Fonzaso e Lamon sta realizzando il progetto, proposto dal Comitato Genitori di Arsiè e finanziato dalla Fondazione Cariverona, che si propone di aumentare la conoscenza del territorio creando un rapporto con la montagna attraverso lo studio dei principali eventi storici riconducibili al Monte Grappa e l’esperienza diretta della visita ai luoghi di riferimento legati alla storia, all’ambiente, alla sperimentazione della sostenibilità, all’integrazione armoniosa fra le persone e la natura.

Gli studenti dei quattro plessi dell’Istituto hanno avuto l’occasione di incontrare Davide Pegoraro, tra i massimi esperti nazionali della prima guerra mondiale, per una lezione di storia in cui è stato sottolineato che la corretta conoscenza, anche se drammatica, degli avvenimenti di cent’anni orsono sul massiccio del Grappa è la condizione per rendere giustizia alla vocazione di questa montagna: essere un luogo di pace.

Alla lezione, svolta nel plesso di Arsié, era presente anche il sindaco Luca Strappazzon che ha ringraziato la scuola e il Comitato Genitori di Arsié, sottolineando l’importanza della collaborazione con l’Amministrazione comunale per offrire agli studenti occasioni formative di così elevato spessore culturale, che contribuiscono a raggiungere l’ambizioso obiettivo di trasformare l’ampio territorio del Monte Grappa in un laboratorio di sviluppo sostenibile.

Il progetto proseguirà con attività didattiche legate ai diversi contenuti tematici e si concluderà il 31 maggio 2024 con la visita al Sacrario Militare di Cima Grappa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d