Belluno °C

giovedì 30 Maggio 2024,

Podenzoi, recuperato dall’elicottero dopo una scivolata di 300 metri in un canale innevato

L’eliambulanza del Suem ha recuperato anche uno scialpinista che era caduto mentre stava scendendo dalla Forcella del Diavolo sui Cadini di Misurina.

Nella mattinata di oggi, venerdì 17 marzo, mentre percorreva a piedi con un amico un sentiero in zona Cima de l’Albero, sopra Podenzoi, nell’attraversare una lingua di neve un escursionista di 60 anni di Mareno di Piave (Treviso) è scivolato senza riuscire a fermarsi ed è sparito nel canale sottostante. Il compagno ha lanciato l’allarme iniziando a scendere per cercare di individuarlo. Ricevute le indicazioni del luogo, l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha effettuato una ricognizione, finché l’equipaggio non ha intravisto l’uomo, fermatosi quasi in fondo al canale dopo 300 metri di scivolata. Calati con un verricello di 40 metri, equipe medica e tecnico di elisoccorso hanno prestato le prime cure all’infortunato, che era cosciente e aveva riportato possibili traumi, nonché diffuse escoriazioni dovute allo sfregamento sulla neve. Imbarellato, l’escursionista è stato issato a bordo e trasportato all’ospedale di Treviso. Successivamente è stato recuperato anche il compagno, che nel frattempo era risalito e si era spostato su una cresta vicina.

L’eliambulanza è stata inoltre inviata sui Cadini di Misurina, ad Auronzo di Cadore, per uno scialpinista caduto scendendo con altre persone dalla Forcella del Diavolo. Grazie alle indicazioni fornite da alcuni soccorritori, che stavano partecipando a un corso nelle vicinanze e hanno collaborato con l’equipaggio nell’individuazione, lo sciatore, 68anni, tedesco, che aveva sbattuto il fondoschiena, è stato raggiunto dal tecnico di elisoccorso e recuperato, per essere poi accompagnato all’ospedale di Pieve di Cadore.

1 commento

  • Ramponi, ramponi, ramponi. Pesano poco nello zaino, ma possono salvarti la vita. E nei mesi “freddi” sono indispensabili. Anche sulle pale ripide di erba secca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d